CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 61 del 16/11/2018 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 61^ SEDUTA

di venerdì 16 novembre 2018

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

  

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula.

Il Presidente inserisce la Proposta di Legge n. 381/10^, come concordato in sede di Conferenza dei Capigruppo:

Proposta di Legge n. 381/10^ recante: " Misure di riduzione dei Costi della Politica. Modifiche alla legge regionale 13 maggio 1996, n. 7 (Norme sull'ordinamento della struttura organizzativa della Giunta regionale e sulla dirigenza regionale) e alla legge regionale 13 maggio 1996, n. 8 (Norme sulla dirigenza e sull'ordinamento degli Uffici del Consiglio regionale) "

Il Presidente pone ai voti l'articolato:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Il Consiglio approva

Sull'ordine dei lavori, interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) (chiede l'inserimento della PPA n. 237/10^ sul bilancio consolidato 2017 e l'inversione dell'ordine del giorno con la trattazione del 7° punto).

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (chiede l'inserimento all'ordine del giorno della PPA 235/10^.)

Il Presidente pone ai voti l'inserimento. Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (comunica all'Aula la presentazione di un O.d.G sul mancato rinnovo dei contratti ai tirociananti degli uffici giudiziari)

Il Presidente pone ai voti l'inserimento. Il Consiglio approva.

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno richesto dal consigliere Aieta

Proposta di Provvedimento Amministrativo n. 237/10 recante " Approvazione del bilancio consolidato dell'anno 2017 della Regione Calabria - art. 68 del Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 "  

Interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) che illustra il punto

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il settimo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.233/10^ di iniziativa dell'Ufficio di Presidenza recante: ' Bilancio di previsione 2018-2020. Assestamento e conseguenti variazioni '  

Illustra il provvedimento il consigliere NERI Giuseppe (Moderati per la Calabria)

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno richiesto dal consigliere Mirabello:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n. 235/10^ " Proposta di parziale modifica degli indirizzi regionali per la programmazione e la definizione del dimensionamento della rete scolastica e dell'offerta formativa della regione Calabria quinquennio 2017/2018 - 2022/2023 "

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) che illustra il punto

Interviene l'Assessore all'Istruzione ed alle attività culturali, dott.ssa Maria Francesca Corigliano (la deliberazione si prefigge e propone la modifica dei parametri per il mantenimento dei plessi scolastici all'interno dei comuni, alla luce delle grandi difficoltà registrate all'apertura dell'anno scolastico, alla luce, anche, della problematica legata allo spopolamento del territorio e considerato, soprattutto, che la scuola, all'interno delle comunità, oltre al fine educativo è garanzia di democrazia).

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (trattasi, dichiara, di un provvedimento di giustizia sociale, la Nazione deve garantire istruzione e sanità anche se non rispondono necessariamente a criteri di economicità di natura aziendale. Esprime soddisfazione per la presentazione del provvedimento, accolto favorevolmente anche dalla minoranza. Una maggiore attenzione ed incentivazione andrebbe riservata anche ai trasporti pubblici. Importante garantire i servizi a chi vuole continuare a vivere il territorio).

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) (l'approvazione del provvedimento, dichiara, rappresenta un momento positivo per la comunità intera. Ringrazia l'assessore per il lavoro svolto e per l'ascolto dato, unitamente al Presidente Oliverio, alle esigenze della popolazione ed, in questo caso, per voler garantire il diritto sacrosanto all'istruzione).

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (esprime apprezzamento per il lavoro svolto, che dimostra attenzione per le esigenze dei territori, soprattutto quelli più impervi e difficili. Col provvedimento in esame si dimostra grande sensibilità e volontà di dare risposte).

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (esprime apprezzamento per l'iniziativa, tesa a colmare lacune dovute, anche, al fatto che, trattandosi di materia concorrente, spesso la normativa è distante dalle esigenze del territorio. La scuola rappresenta un vero irrobustimento del sistema democratico e bene ha fatto la regione Toscana a chiedere la possibilità di autodeterminarsi. Illustra due emendamenti finalizzati a garantire il servizio ed il mantenimento delle dirigenza scolastica anche nei comuni sciolti per infiltrazione mafiosa).

Interviene l'Assessore all'Istruzione ed alle attività culturali, Maria Francesca Corigliano (accoglie favorevolmente gli emendamenti, precisa che trattasi di una sfida, essendo materia di competenza statale, l'auspicio è che, considerato che la problematica è sul tavolo della conferenza Stato-Regioni, possa avere esito positivo).

Il Presidente pone ai voti la proposta per come emendata.

Il Consiglio approva

In relazione al primo punto all'ordine del giorno, il Presidente comunica che in sede di Conferenza dei Capigruppo è stato concordato il rinvio alla prossima seduta di Consiglio, che si terrà il 29 p.v.

Interviene l'Assessore alle Infrastrutture, prof. Roberto Musmanno (approfondisce alcuni aspetti oggetto della relazione del presidente Bevacqua, precisa che, come livello minimo, si sarà invarianza si su gomma che su strada ferrata).

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (chiede rassicurazionisul mantenimento dei servizi).

Interviene l'Assessore alle Infrastrutture, prof. Roberto Musmanno (rassicura il consigliere sul mantenimento dei servizi)

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (annuncia voto a favore).

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il terzo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n. 229/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Integrazione DGR n. 341 del 30 luglio 2018 '  

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) che relaziona sul punto

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il quarto punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.230/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Rendiconto esercizio 2017 dell'Agenzia Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura (ARCEA) '  

Il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) relaziona sul punto

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il quinto punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.231/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Rendiconto esercizio 2017 dell'Azienda Regionale per lo Sviluppo dell'Agricoltura Calabrese (ARSAC) '  

Interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) che relaziona sul punto

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (trattasi, dichiara, di un settore nevralgico, innegabile che nel corso degli anni la gestione sia stata difficile e travagliata e non sia riusciti a raggiungere le finalità per cui l'ente era stato istituito. Il personale, di fatto, al momento viene utilizzato dal dipartimento agricoltura ed invece sarebbe necessario pensare ad utilizzarlo per il rilancio dell'azienda. Naturalmente il momento difficile che attreversa la maggiornaza e lo scollamento tra Giunta e Consiglio non garantisce una fase di programmazione, a tale proposito, annuncia la presentazione di una modifica allo Statuto, finalizzata alla riduzione del numero degli assessori esterni, che non rappresenta un giudizio sui singoli, ma la necessità di riportare l'amministrazione alla sua organicità).

Il Presidente pone ai voti la proposta.

Il Consiglio approva.

Sull'ordine dei lavori, il Presidente comunica che è pervenuta richiesta di rinvio alla prossima seduta dei rimanenti punti all'ordine del giorno. Pone ai voti la richiesta di rinvio. Il Consiglio approva.

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta