CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 21 del 28/07/2021 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 21^ SEDUTA

di mercoledì 28 luglio 2021

Presidenza del Presidente Giovanni ARRUZZOLO

 

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

(Presidenza del Vicepresidente Luca Morrone)

Comunicazioni all'Aula.

Il Presidente inserisce il primo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Legge n.120/11^ di iniziativa del Consigliere F. MANCUSO recante: ' Aumento di capitale sociale della società aeroportuale calabrese S.p.A. - SACAL '  

Interviene il consigliere MANCUSO Filippo (Lega Salvini) che relaziona sul punto

(Presidenza del Presidente Arruzzolo)

Interviene il consigliere MINASI Clotilde (Lega Salvini) (annuncia voto a favore - voto a favore all'aumento del capitale per contrastare la crisi della società, per dovere istituzionale, ma, soprattutto per dovere nei confronti del territorio reggino. La Regione è chiamata a fare la propria parte per contrastrare la crisi della Sacal e, conseguentemente, dei lavoratori e delle loro famiglie, ma deve essere maggiormente e fattivamente coinvolta e resa partecipe del piano industriale. Serve chiarezza sul destino del Tito Minniti, aeroporto che rimane ai margini e la cui gestione incide anche sulle tasche dei reggini, senza tenere conto delle esigenze degli stessi. Il voto positivo alla ricapitalizzazione, purtroppo, non può essere attribuito anche per la gestione del Tito Minniti, sul destino del quale non vi è certezza, dichiara. Chiede, infine, ai consiglieri, indipendentemente dall'appartenenza politica, di sottoscrivere una richiesta per una seduta ad hoc).

Interviene il consigliere PITARO Francesco (Misto) (annuncia voto a favore - voto a favore al fine di evitare la privatizzazione della società, dichiara, seppure la proposta in discussione non è corredata del verbale dell'assemblea dei soci né del parere del collegio sindacale. Purtroppo si assiste alla sistematica violazione delle regole. I lavori del Consiglio non sono stati preceduti dalla convocazione della Conferenza dei Presidenti dei gruppi consiliari e la proposta non ha seguito l'iter previsto, dimostrando, il Consiglio, completa disattenzione su quanto chiesto dalla Corte dei Conti nella deliberazione 59/2021. Sarebbero state utili le audizioni del presidente della Sacal per conoscere le ragioni della crisi, il piano industriale, le strategie di sviluppo poichè ci si potrebbe trovare, probabilmente, da qui a qualche mese a registrare le solite problematiche e le solite emergenze. Sarebbe opportuno, pertanto, convocare la Commissione competente, acquisire la documentazione prima citata ed assente, convocare il presidente di Sacal ed il presidente del Collegio sindacale per conoscere le ragioni della crisi ed il piano industriale).

 Interviene il Presidente (precisa che la problematica è stata ampiamente affrontata alla Cittadella e convocati tutti i Presidenti dei Gruppi consiliari. Tempi tecnici non hanno consentito di seguire l'iter ordinario)

Interviene il consigliere RASO Pietro (Lega Salvini) (plaudo, dichiara, all'iniziativa, conscio dell'importanza della Sacal e di come la gestione degli aeroorti sia fondamentale per lo sviluppo economico e turistico della Regione. La Regione deve impegnarsi per continuare ad essere attore e non spettatore. Necessario intervenire per conoscere il piano industriale e le motivazioni del mancato utilizzo del personale stagionale, da tanti segnalato)

Interviene il consigliere DI NATALE Graziano (Io Resto in Calabria) (annuncia voto di astensione - necessario, dichiara, portare un contributo alla discussione e mettere in correlazione la Regione ed il resto del Paese. Alcune perplessità scaturiscono dall'intervento Minasi sull'agire della Sacal una volta da soggetto privato e una volta da soggetto pubblico. Il Consiglio è chiamato ad affrontare una discussione monca perchè viene richiesto l'aumento del capitale sociale, ma manca la motivazione ed il piano industriale. Il Consiglio non può essere trattato da "passacarte" rispetto ad un progetto che deve essere complessivo. Per quanto possa esserci la volontà per la soluzione positiva del problema, non si ravvedono i criteri e le circostanze che hanno indotto all'aumento di capitale e, pertanto, è opportuno astenersi).

Interviene il consigliere PIETROPAOLO Filippo Maria (Fratelli d Italia) (annuncia voto a favore del gruppo Fratelli d'Italia - nella riunione tenutasi alla Cittadella, dichiara, è stato sviscerato il problema "perdite" del 2020 e 2021 , scaturito dagli effetti della pandemia, e ritenuto necessario l'aumento del capitale. Tutti gli aeroporti italiani soffrono, tant'è che è previsto un intervento da parte del Governo entro la fine dell'anno, ma nel rispetto delle regole societarie, è stato necessario pervenire alla determinazione di oggi. La Sacal deve rimanere pubblica, gestisce i tre aeroporti calabresi e la Giunta dovrà farsi promotrice di un piano a lungo termine, per stabilire gli obiettivi ed essere protagonista del piano strategico. L'auspicio é che quanto sopra auspicato sia reso possibile nel breve perido e che la Regione si faccia promotore di un piano strategico complessivo).

Interviene il Presidente

Interviene il Presidente f.f. della Giunta regionale, Antonio Spirlì. (l'approvazione della norma rappresenta un'esigenza ed una grande occasione. I problemi scaturiscono dalla crisi pandemica. Il pericolo era rappresentato dalla messa in liquidazione della società. L'iter di approvazione dell'aumento del capitale permetterà di mantenere la maggioranza pubblica e rappresenta anche un'occasione. Successivamente si valuteranno ulteriori investimenti. Cantieri per 60 milioni di euro interesseranno i tre aeroporti calabresi. Il presidente della Sacal ha già affrontato il piano strategico e tra qualche giorno saranno coinvolti nella discussione i soggetti interessati perchè nessuna parte del territorio abbia a patire le dimenticanze registrate in passato)

Il Presidente pone ai voti l'articolato:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso con autorizzazione al coordinamento formale.

Il Consiglio approva a maggioranza (si registrano i voti di astensione dei consiglieri Di Natale e Anastasi).

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta.