Seduta n. 9 del 18/11/2015 - Diretta testuale

IV Commissione

di mercoledì 18 novembre 2015

Presidenza del Presidente Domenico BEVACQUA

  
15:12

Il Presidente dà avvio ai lavori con l'inserimento del primo punto all'ordine del giorno:

Parere n. 10/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: 'Modifica al Regolamento regionale di attuazione della l.r. 3 settembre 2012, n. 39, recante: «Istituzione della Struttura Tecnica di Valutazione VAS-VIA-AIA-VI.», pubblicata sul BUR n. 16 dell'1.9.2012, s.s. n. 2 dell'11.9.2012 e s.m.i. approvato con DGR n. 381/2013. Rettifica/integrazione e istituzione n. 2 Strutture Tecniche Straordinarie'  

Per il Dipartimento Ambiente della regione Calabria, interviene il dirigente generale ing. Domenico Pallaria (relaziona in merito alla istituzione delle due Strutture Straordinarie di Valutazione, aggiuntive e specialistiche, per l'evasione delle pratiche in carico alla STV alla data del 31.12.2015, e concernenti le procedure di Valutazione Ambientale Strategica (VAS e Verifica di VAS) e di Valutazione di Incidenza (VI) - Fa presente che, grazie ad un'attività intensa ed ad un metodo di lavoro efficace è stato quasi del tutto azzerato l'arretrato).

15:17

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto).

Per il Dipartimento Ambiente della regione Calabria, interviene il dirigente di settore ing. Salvatore Epifanio.

15:21

Interviene il consigliere PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (plaude all'operato del Dipartimento ambiente che, in assenza delle strutture previste dal provvedimento all'ordine del giorno, ha evaso quasi tutte le pratiche giacenti. Chiede quale sia l'aggravio di spesa per il mantenimento delle strutture di che trattasi che, alla luce di quanto ora rappresentato dal Dipartimento, parrebbero superflue).

15:23

In risposta ai quesiti posti dal consigliere Pasqua, intervengono l'ing. Pallaria e l'ing. Epifanio.

15:27

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (spiega quali, probabilmente, possano essere state le motivazioni dei ritardi accumulati negli anni precedenti, relativamente all'istruttoria delle pratiche. Auspica che la premialità in capo ai soggetti sia proporzionale all'apporto dato).

15:34

Intervengono il consigliere ARRUZZOLO Giovanni (Nuovo Centro Destra) (chiede quali siano state le motivazioni del ritardo nell'evasione delle pratiche e cosa non abbia funzionato soprattutto nell'istruttoria di alcune tipologie di pratiche) e, per replica, l'ing. Pallaria e l'ing. Pallaria.

15:39

Intervengono: il consigliere PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (chiede delucidazioni sulla finalità delle strutture istituende) e l'assessore alla Tutela dell'ambiente Antonietta Rizzo (se è vero che si è pervenuti all'evasione di quasi tutte le pratiche giacenti, dichiara, bisogna puntualizzare che l'evasione delle pratiche VAS risulta essere più complicata poichè riguarda i piani strutturali. Le strutture, ribadisce, si occuperanno precipuamente delle procedure VAS ed affiancheranno i comuni per il completamento dell'iter dei piani strutturali).

15:43

Intervengono i consiglieri:
NUCERA Giovanni (La Sinistra) (ben venga la gratificazione, sottolinea, se giustificata dal raggiungimento di obiettivi),

15:47

BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (ritiene necessario prevedere tempi precisi di permanenza della struttura, legati strettamente al raggiungimento di un obiettivo).

15:51

NUCERA Giovanni (La Sinistra),

15:53

BOVA Arturo (Democratici Progressisti),

15:55

l'assessore Rizzo,

15:55

PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (chiede quali siano i motivi che, contrariamente a quanto avvenuto per le VIA, non abbiano consentito l'evasione delle praticha sottoposte a VAS. Condivide la proposta Bova sull'individuazione di una data di inizio e di fine dell'attività delle strutture di cui al punto all'ordine del giorno).

15:57

l'ing. Pallaria (risponde ai quesiti posti, fa presente che il gruppo di lavoro per l'evasione delle VIA, previsto dalla legge, é stato costituito già tra maggio e giugno dell'anno in corso, grazie anche all'indennità prevista. Per le altre tipologie di pratiche non essendo stata prevista alcuna indennità e, stante gli alti margini di rischio, non è stato possibile pervenire alla costituzione di una struttura adeguata. Da ciò, sottolinea, nasce l'esigenza della previsione di una struttura permanente che sopperisca alle esigenze che nel tempo dovessero presentarsi).

16:03

Il Presidente pone ai voti il parere.
La Commissione esprime parere favorevole a maggioranza.
(con il voto di astensione del consigliere Pasqua)

16:04

Il Presidente inserisce il secondo punto all'ordine del giorno:

Parere n. 11/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: 'Approvazione aggiornamento delle linee guida per la rimodulazione del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti della Regione Calabria'  

L'assessore alla Tutela dell'ambiente Antonietta Rizzo illustra il parere.

(il provvedimento all'ordine del giorno consente di rettificare i refusi ed inserire le integrazioni di alcune disposizioni presenti nel testo del regolamento in questione. Serve alla predisposizione di nuovi strumenti idonei e soluzioni organizzative innovative per l'attuazione degli obiettivi strategici comunitari e nazionali. Risulta essere indispensabile, inoltre, per pervenire ad un aggiomamento del Piano regionale di gestione dei rifiuti ed adeguarlo alla normativa nazionale e comunitaria).

16:14

Intervengono i consiglieri:
NUCERA Giovanni (La Sinistra) (apprezza l'intervento dell'assessore nei contenuti e nella forma, chiede l'apertura di una fase di audizioni che veda coinvolti i sindaci).

16:15

TALLINI Domenico (Misto) (auspica che i provvedimenti messi in campo possano raggiungere l'obiettivo prefissato e che la Calabria possa finalmente uscire dall'emergenza che la gestione commissariale, nel tempo, ha contribuito ad aggravare).

16:29

PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (chiede all'ing. Pallaria se esistano provvedimenti sanzionatori per i comuni che non mettono in atto la raccolta differenziata e quali siano le differenze rispetto al Piano precedente).

16:31

BOVA Arturo (Democratici Progressisti),

16:35

TALLINI Domenico (Misto),

16:38

NUCERA Giovanni (La Sinistra).

Il Presidente propone il rinvio alla prossima seduta.

Per precisazioni, interviene l'ing. Pallaria (indica, brevemente quali siano le differenze tra i due piani che hanno come obiettivo entrambi il raggiungimento del 65% della raccolta differenziata e 50% a riciclo. Il nuovo piano prevede l'utilizzazione dei sette impianti rispetto ai quattro del precedente piano. Importanza notevole riveste la previsione di un aiuto ai Comuni per la messa in atto della raccolta differenziata dei rifiuti anche attraverso l'ausilio di una regia unica che sarà di supporto e vilgilerà sull'utilizzo delle risorse).

Trattazione rinviata.

Interviene il consigliere BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (chiede se all'interno del piano ci sia riferimento al piano amianto).

Per chiarimenti, interviene l'ing. Epifanio (risponde affermativamente al quesito posto dal consigliere Bova).

16:54

Intervengono: il consigliere NUCERA Giovanni (La Sinistra) (chiede se esista una mappatura regionale dei centri contenenti amianto) e, in risposta, l'ing. Epifanio.

Il Presidente propone una serie di iniziative sul territorio che vedano il coinvolgimento delle varie realtà locali.

16:56

Il Presidente inserisce il terzo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Legge n. 44/10^ di iniziativa del Consigliere G. GIUDICEANDREA recante:'Potenziamento dei servizi di emergenza nelle aree montane'  

Il consigliere GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti) illustra la proposta.

17:00

Intervengono i consiglieri:
NUCERA Giovanni (La Sinistra) (esprime il suo apprezzamento per l'iniziativa, facendo attenzione però, che la stessa non comporti non comporti un aggravio di spesa e non si sovrapponga ad altre associazioni che operano sul territorio),

17:04

GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti).

Il Presidente comunica che sono pervenute richieste di audizione da parte di soggetti interessati e che pertanto l'approvazione del provvedimento è rinviata.

Trattazione rinviata.

17:07

La seduta è tolta.