INTERROGAZIONE n. 198 del 23/08/2021
Sull���enorme edificio non completato che ricade nel Comune di Montauro a pochi metri dalla spiaggia.

Al Presidente della Giunta regionale

Premesso che:
- la regione Calabria ha un patrimonio ambientale e naturalistico straordinario;
- lo sviluppo economico della regione deve fondarsi prevalentemente sulla tutela e conservazione e messa a valore dell'enorme patrimonio ambientale e naturalistico;
- la costa ionica del comune di Montauro è parte dell'enorme e straordinario patrimonio ambientale e naturalistico;
- condizione essenziale per lo sviluppo del patrimonio ambientale calabrese è quello di evitare che lo stesso venga deturpato e abbruttito e diventi oggetto di operazioni edilizie ed edificatorie parziali ed incomplete che ledono irreversibilmente e irrimediabilmente le condizioni ambientali ed estetiche e naturalistiche della straordinaria costa calabrese;
- nel comune di Montauro, a ridosso dello stabilimento balneare denominato "La Pergola" ed a pochi passi dalla spiaggia, è stata autorizzata la edificazione di una enorme struttura edilizia;
- i soggetti autorizzati hanno avviato la edificazione della struttura edilizia e, tuttavia, dopo avere innalzato la detta enorme struttura edilizia la struttura de qua non è stata completata e insiste, ad oggi, incompleta (con mattoni a vista) nel comune di Montauro a pochi passi dalla spiaggia e dal mare con evidente lesione dell'aspetto estetico ed ambientale e naturalistico;
- invero, da molti anni ormai la detta enorme struttura in mattoni insiste senza essere completata deturpando l'ambiente e la visione estetica della costa e ledendo inevitabilmente l'aspetto naturalistico ed ambientale;
- i permessi a costruire vengono rilasciati al fine di realizzare l'opera edilizia con indicazione di termini per l'inizio dei lavori e di ultimazione degli stessi e con facoltà di concedere l'eventuale proroga solo allorquando vi siano i tassativi presupposti di legge;
- nel caso che occupa è davvero intollerabile che da molti anni sia in piedi una enorme struttura edilizia non completata con mattoni a vista e con inevitabili danno ambientale ed estetico e naturalistico e rischio igienico sanitario potendo la struttura divenire ricettacolo di animali;
- tutto ciò è ancor più grave se solo si pensa che tale incompleta massiccia opera edificatoria insiste su un territorio ad alta vocazione turistica;
- pertanto, da un canto si predica la conservazione e la tutela del patrimonio ambientale e naturalistico e dall'altro canto si permette che da più anni una struttura enorme in mattoni e mai completata insista passivamente nel comune di Montauro a pochi passi dal mare con manifesto danno estetico e visivo ed ambientale e naturalistico;
- l'art. 9 della Costituzione prevede e dispone e garantisce la tutela del paesaggio;
- occorre, pertanto, che la Regione Calabria prenda atto di quanto sta accadendo nel comune di Montauro, acquisisca carte e documenti relativi alla detta incompleta ed enorme opera edificatoria e, in qualità di ente gerarchicamente sovraordinato, nell'esercizio delle proprie prerogative e propri doveri giuridico amministrativi, e con la finalità di preservare e tutelare e custodire il patrimonio ambientale e naturalistico, adotti essa stessa o ordini all'ente comunale competente l'adozione dei dovuti e necessari atti diretti a pretendere il rispetto delle norme e del permesso a costruire e diretti a tutelare il patrimonio ambientale e naturalistico della costa di Montauro ad oggi deturpato dalla esistenza della detta incompleta enorme struttura edificatoria. Tutto ciò premesso, con il presente atto, si chiede al Presidente f.f. della Giunta Regionale;
Per sapere:
1) Se ha contezza di quanto sopra esposto e della esistenza nel comune di Montauro, a ridosso dello stabilimento balneare "La Pergola" e a pochi passi dal mare, di una enorme struttura edificatoria non completata con mattoni a vista che deturpa l'ambiente e la costa e il patrimonio naturalistico e che è ricettacolo di animali e rischio per le condizioni igienico­ sanitarie;
2) di acquisire carte e documenti, relativi alla detta enorme opera edificatoria non completata, dal Comune di Montauro e da ogni altro ente pubblico che sia intervenuto nel rilascio di atti autorizzatori o atti propedeutici all'adozione degli atti concessori;
3) quali atti e provvedimenti ed interventi politico/amministrativi, con riferimento alla detta incompleta opera edificatoria, posta a ridosso del mare con rischi igienico sanitari e che deturpa inevitabilmente l'inestimabile patrimonio ambientale, intende adottare al fine di preservare e tutelare la costa e l'aspetto estetico/naturalistico che non possono essere sfigurati dalla detta imponente e massiccia costruzione edilizia i cui lavori ad oggi e da anni risultano fermi e incompleti e mai ultimati;
4) sapere se al fine della realizzazione dell'enorme manufatto, ad oggi incompleto e che deturpa la costa e il patrimonio naturalistico, la Regione Calabria ha erogato al privato costruttore somme pubbliche e/o regionali e, in caso di effettiva erogazione di fondi pubblici, sapere se trattasi di somme a fondo perduto o di altro tipo di sostegno e/o finanziamento, e, inoltre, sapere se la Regione Calabria, con riferimento al detto eventuale sostegno economico, ha svolto e svolge verifiche in merito all'impiego dei fondi pubblici erogati e alla compatibilità della erogazione dei fondi pubblici con il mancato completamento della detta struttura edilizia che insiste, ad oggi e da anni, incompleta e a danno della costa e del patrimonio naturalistico ed ambientale.

Allegato:

23/08/2021
F. PITARO