CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 72 del 17/06/2019 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 72^ SEDUTA

di lunedì 17 giugno 2019

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

 

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura, l'approvazione del verbale della seduta precedente e con le Comunicazioni

Sull'ordine dei lavori interviene il consigliere BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (chiede l'inserimento all'ordine del giorno della Proposta di Legge n. 441/10^)

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno sul ritardo dei lavori del Megalotto 3 della Statale 106 Ionica)

Interviene il consigliere SERGIO Franco (Moderati per la Calabria) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno sulla situazione dei lavoratori di cui alla legge regionale 15/2008)

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno sulla chiusura delle scuole di specializzazione dell'Università Magna Graecia di Catanzaro)

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) (chiede l'inserimento della Proposta di Legge n. 444/10^)

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Forza Italia) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno sul completamento dei lavori della diga del Melito e sulla pulizia del cantiere)

Il Presidente inserisce l'Ordine del Giorno proposto dal consigliere Gallo, relativo ai lavori della SS 106.

Il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) illustra l'Ordine del Giorno.

(Presidenza del Vicepresidente Ciconte)

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (qualcuno dovrà spiegare la messa a rischio di un investimento di un miliardo e 400 mila euro, dichiara. Critica l'atteggiamento del Governo che nel millantare cambiamenti continua nell'opera dello sfascio di quanto tra mille difficoltà si sia riusciti a costruire. Oggi si registra l'impossibilità di difendere un progetto tanto importante a causa dell'incompetenza politico/amministrativa dei parlamentari calabresi)

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (la valutazione politica va fatta, ma oggi è rilevante il fatto che il ministro Tria dichiari che andrebbero sbloccate una serie di opere pubbliche senza fare mensione, se non per qualche piccola tratta, di opere che interessino la Calabria. Ci sarebbe da pervenire a chiarimenti di ordine politico e capire come sia stato possibile il coinvolgimento dei partiti centristi nelle alleanze con i partiti di governo. Necessaria una ribellione politica che possa riscattarci e che sia il riscatto del sud. La Mozione dovrebbe essere modificata e essere rivolta al Governo per la politica antimeridionalista nel suo complesso. Dovrà essere una linea netta di demarcazione non tra destra e sinistra, ma tra chi è a favore del sud e chi no, bisogna dire no ad ogni forma di commissariamento che segni una netta demarcazione tra il nord ed il sud anche nelle politiche amministrative).

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (chi governa il paese, oggi, non dimostra alcun interesse verso il sud. Il problema per il sud è rappresentato dalla Lega, considerata l'inconsistenza del Movimento 5 stelle. Nel merito, condivide l'iniziativa assunta dal Governatore Oliverio nel chiedere un tavolo tecnico. La Mozione deve essere condivisa ed estesa ad altre problematiche impellenti che attengono alle infrastrutture, alla sicurezza oltre a tutta una serie di problematiche sottaciute)

(Presidenza del Presidente IRTO)

Interviene il consigliere GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti) (da parte anche dei parlamentari calabresi, dopo immani fatiche per pervenire al completamento di 34 miseri chilometri, si registra una netta, ingiustifica opposizione alla prosecuzione dei lavori di un'opera finalizzata a togliere la sibaritide dall'isolamento. La presa di posizione del Governo sfugge ad ogni comprensione perchè controproducente anche nei confronti dei parlamentari calabresi che la sostengono. Dunque necessario pervenire all'approvazione della Mozione e dare forza all'azione del presidente Oliverio)

Interviene il Presidente della Giunta, Mario Oliverio (l'iniziativa del Governo lascia esterrefatti, incomprensibile la messa in discussione della copertura finanziaria dell'opera. Oggi si mette in discussione un'opera dall'iter travagliato, iniziato nel 2007 e che finalmente ha visto la parola fine grazie ad una deliberazione del CIPE del 28 febbraio del 2018. Tentare di mettere in discussione l'opera suscita confusione e preoccupazione nelle popolazioni. L'aggiudicazione dei lavori è del 2011, si è proceduto all'esproprio dei terreni e sono state acquisite tutte le autorizzazioni ed i pareri propedeutici all'avvio dei lavori. La richiesta del tavolo tecnico, avanzata dalla Calabria,è finalizzata al monitoraggio dei lavori, dando per certa la sua realizzazione. L'opposizione politica non può mettere in discussione quanto di buono si tenta di realizzare ed i rappresentanti del territorio dovrebbero rispettare i canoni fondamentali di una funzione di rappresentanza che non può prescindere dal merito. Esprime il suo assenso alla Mozione in discussione che non può che rendere più incisiva la richiesta di costituzione del tavolo tecnico)

Il Presidente pone in votazione l'OdG

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (chiede l'inversione dell'ordine del giorno).

Il Presidente comunica che i lavori seguiranno l'ordine stabilito dalla Conferenza dei Capigruppo.

Interviene il consigliere SERGIO Franco (Moderati per la Calabria) che relaziona sulla proposta in esame

Interviene il consigliere BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (oltre all'aspetto puramente formale, la modifica va ad incidere sulla finalità della commissione che interverrebbe anche sui fenomeni di corruttela e che, pertanto, potrebbe occuparsi dei fenomeni di criminalità organizzata a 360°)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il secondo punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.362/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Interventi regionali per il sistema del cinema e dell'audiovisivo in Calabria. '  

Il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) relaziona sulla proposta in esame

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1
Per dichiarazione di voto, intervengono i consiglieri Orsomarso (esprime perplesità sul provvedimento, annuncia voto contrario), Tallini (esprime voto contrario) e Guccione (annuncia voto di astensione) - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato
art. 11 - approvato
art. 12 - approvato
art. 13 - approvato
art. 14 - approvato
art. 15 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.367/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Autorecupero del patrimonio immobiliare pubblico '  

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) che relaziona sul punto in esame

Interviene l'Assessore alle Infrastrutture, prof. Roberto Musmanno (esprime parere favorevole da parte della Giunta regionale ad un provvedimento che organizza e promuove in modo sistematico l'intervento di recupero del patrimonio immobiliare pubblico)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
emendamento prot. 6405 Il consigliere Aieta illustra l'emendamento - accolto
art. 2 per come emendato - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
emendamento prot. 6406 - accolto
art. 6 per come emendato - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il quarto punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.394/10^ di iniziativa dei Consiglieri G. GALLO, M. MIRABELLO, S. ROMEO recante: 'Modifiche alla l.r. 14/1984(Provvidenze in favore dei mutilati ed invalidi civili e del lavoro) '  

Il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) chiede il rinvio per ulteriori approfondimenti.

Trattazione rinviata.

Il Presidente pone ai voti il rinvio dei punti 5 e 6 all'ordine del giorno, come stabilito in sede di Conferenza dei Capigruppo.

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il settimo punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.422/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: 'Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio, ai sensi dell'articolo 73 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118.'  

Interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) che relaziona sul punto in esame

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce l'ottavo punto all'ordine del giorno

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.232/10^ di iniziativa D'Ufficio recante: ' Effettuazione referendum consultivo obbligatorio sulla proposta di legge n. 138/10^ di iniziativa del consigliere Ciconte recante: 'Modifiche dei confini territoriali dei comuni di San Pietro Apostolo e Gimigliano della provincia di Catanzaro' '  

Il consigliere SCALZO Antonio (Moderati per la Calabria) (considerato che a seguito di una verifica sull'estensione territoriale si è palesata necessaria una compensazione, chiede che la proposta ritorni in Commissione per una più approfondita trattazione).

Il Presidente pone ai voti il rinvio in Commissione. Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (la proposta è finalizzata a stimolare le Camere ad intervenire sulle procedure di affidamento diretto degli appalti pubblici alle imprese vittime della criminalità organizzata, la norma inserita nella c.d "legge antindrangheta" della regione Calabria è stata espunta, su richiesta del Governo, in quanto di competenza esclusiva dello Stato)

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il decimo punto all'ordine del giorno

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.251/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Bilancio di previsione 2019/2021 dell'Azienda territoriale per l'edilizia residenziale pubblica della Regione Calabria. '  

Il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) relaziona sul punto in esame

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (alla luce di quanto previsto nel provvedimento in discussione non può non aversi una visione ottimistica sulla ricaduta che lo stesso avrà sul sistema turistico regionale. Ritiene positiva la strada intrapresa, considerato che negli ultimi tre anni si è registrato il segno positivo sulle presenze e sulle entrate. La Calabria dovrà avere la capacità di creare sistema attraverso il cointeressamento dei diversi ambiti culturali che vanno dall'enogastronomia, dalle risorse naturali, alla qualità della vita)

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (prende atto della previsone normativa, ricorda la continua richiesta, fatta dalla minoranza, di apertura di un dibattito finalizzato all'individuazione di percorsi per la crescita ed il consolidamento dello sviluppo turistico, considerato che è difficile intravedere un settore dalle potenzialità forti quale quello turistico. Necessario un decalogo di regole, non si può puntare e sfruttare il fatto occasionale. L'assenza di un assessore al turismo non gioca a favore. Ritiene opportuno aprire una discussione ad hoc sul tema).

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (a completamento di quanto detto dai consiglieri che lo hanno preceduto, ribadisce la necessità di supportare concretamente il turismo. Ricorda che il bando sui borghi non ha visto ancora il via, è necessario che la burocrazia regionale faccia la propria parte e che in caso contrario venga redarguita)

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Forza Italia) (atteso che la risorsa fondamentale, pensando alla Calabria, è quella turistica, appare inconcepibile che non sia oggetto di una delega specifica. Necessario pensare a come il patrimonio possa rappresentare un'attrazione. Necessaria una pianificazione per lo sfruttamento di tutte le risorse e che la pianificazione porti all'allungamento della stagionalizzazione).

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (il provvedimento in esame rappresenta un passaggio fondamentale ed un uleriore passo verso una seria programmazione. Per fare buona politica è necessaria l'onestà - quale precondizione -e la competenza - quale condizione. Nell'era della globalizzazione è importante abbandonare alcune consuetudini e guardare oltre i nostri confini territoriali. Fare turismo significa conoscere la Calabria e conoscere il mondo. Passaggi importanti sono stati fatti, nulla può essere lasciato al caso e la programmazione è alla base di qualunche forma di sviluppo. La differenziazione dell'offerta turistica e la destagionalizzazione sono elementi fondamentali, come fondamentale è il recupero delle aree interne e dei borghi).

Interviene il Presidente dela Giunta, Mario Oliverio (il Piano ha visto la collaborazione di tutti i soggetti istituzionali e sociali interessati. Non si tratta di un provvedemento spot, ma di un provvedimento strategico e nevralgico per la Regione. Necessario partire da un'analisi concreta ed i dati che vengono fuori sono il frutto della rilevazione della realtà. Banch'Italia nel suo rapporto ha acceso i riflettori sul settore turistico in Calabria ed ha registrato un incremento a due cifre delle presenze turistiche e sulla qualità delle stesse, aumento delle presenze internazionali ed un'allargamento della stagionalità. I fattori che hanno determinato questo andamento sono: 1) l'accessibilità - determinata dal finanziamento per incentivare i collegamenti - grazie anche alla normativa sulla charteristica; 2) la ricettività. In risposta al consigliere Pedà, relativamente alla mancata partenza del bando sui Borghi, fa presente che il ritardo apparente è dovuto alla necessità di supportare i comuni per il superamento di vizi formali che li avrebbero esclusi dai beneficiari. Il piano darà il via ai Contratti di sviluppo ai quali sono state destinate risorse importanti e consentirà di fare un ulteriore passo per fare del binomio turismo-agricoltura un elemento strategico per lo sviluppo e la crescita della Calabria. Molte le iniziative mirate alla riqualificazone del territorio e dell'offerta turistica in generale)

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il quattordicesimo punto all'ordine del giorno

ORDINE DEL GIORNO a firma del Consigliere regionale Pedà 'Sullo stato di attuazione della ZES Calabria e iniziative programmate'  

Il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) illustra l'OdG

(Presidenza del Segretario-Questore Tallini)

Interviene l'Assessore al Sistema della logistica, sistema portuale regionale e "sistema Gioia Tauro" prof. Francesco Russo

Il Presidente constatata la mancanza del numero legale, rinvia il punto.

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (ritiene irresponsabile e politicamente scorretto il comportamento dei consiglieri che hanno abbandonato anticipatamente l'Aula)

Interviene l'assessore Francesco Russo

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà)

(Presidenza del Presidente IRTO)

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra)

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Forza Italia) (invita tutti ad una sana riflessione. Il senso di responsabilità deve appartenere a tutto il Consiglio regionale, ancor più alla minoranza che spesso risulta essere più numerosa. Fermare la macchina amministrativa arrecherebbe un danno alla Regione. La valutazione sull'operato della maggioranza spetta ai cittadini)

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) (l'intervento del consigliere Tallini ha riportato la discussione sul solco giusto e più attinente alla realtà. Nessuna difficoltà a riconoscere che la legislatura prosegue grazie al senso di responsabilità della minoranza. Altra cosa è la responsabilità del singolo, l'apporto di ognuno e, soprattutto, la necessità ed il dovere di onorare il mandato. Ritiene necessario pervenire ad una modifica regolamentare che tenga conto delle presenza effettiva dei consiglieri).

Interviene il Presidente della Giunta, Mario Oliverio esistono problemi di natura politica e di altra natura che vanno distinti. Alcuni problemi attengono la sfera etica e personale. In questa seduta sono stati prodotti provvedimenti importanti. Una discussione dovrà essere incardinata e l'atteggiamento di alcuni non può essere giustificato. La seduta ha le sue regole e vanno rispettate. Non è da sottovalutare la possibilità di prevedere regole stringenti per limitare certe dinamiche.

 

 

Il Presidente dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta