CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 64 del 22/01/2019 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 64^ SEDUTA

di martedì 22 gennaio 2019

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

 

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula.

Sull'ordine del giorno, interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (chiede l'inserimento della PL n. 400/10^ recante " Disposizioni transitorie per la gestione del servizio di trattamento dei rifiuti urbani ")

Il Presidente pone ai voti l'inserimento. Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) (chiede l'inserimento di una mozione In merito alla Terme Luigiane)

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (chiede l'inserimento di un OdG sulla ZES).

Il Presidente pone ai voti l'inserimento della Mozione e dell'OdG. Il Consiglio approva

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (chiede l'inserimento di un OdG sul mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato della Abramo Customer Care S.p.A. - centro operativo di Crotone)

Il Presidente pone ai voti l'inserimento. Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (chiede l'inserimento di un OdG sulla situazione dei lavoratori ex percettori di indennità di mobilità in deroga).

Il Presidente pone ai voti l'inserimento. Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) che illustra il provvedimento

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato
art. 11 - approvato
art. 12 - approvato
art. 13 - approvato
art. 14 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso con autorizzazione al coordinamento formale

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) che illustra il provvedimento

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (la proposta rappresenta uno strumento utile per una migliore organizzazione del turismo regionale. Si è appalesata la necessità di intervenire sulla legge regionale n. 8, su alcune funzioni demandate interamente alle province e sulla suddivisione del teritorio in sistemi turistici. La logica viene ribaltata dando ai territori la possibilità di organizzarsi attraverso forme di collaborazione tra enti locali e conformi alle esigenze reali del territorio. Dunque autodeterminazione, concertazione, collaborazione tra territori).

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (ritiene essere stato fatto un buon lavoro, soprattutto sulla diportistica, un ambito fondamentale e tra i più produttivi. La legge potrà dare maggiore impulso ad un settore strategico per la Regione, annuncia voto a favore).

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (una riflessione sulle proposte di legge all'ordine del giorno e sulla loro interconnessione si impone ed è la dimostrazione plastica della mancata programmazione organica del settore ed un'idea di sviluppo del settore. Esprime parere favorevole alla proposta in discussione, ritiene necessario pervenire all'elaborazione di un piano più generale e la previsione di una discussione in Consiglio sulla gestione del settore turistico ed enogastronomico della Regione)

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (esprime apprezzamento per la proposta in esame e la condivisione della minoranza dimostra l'esistenza di uno spirito costruttivo. Concorda sulla necessità di dare organicità al settore, nelle more, serve un approfondimento sulla spesa e sulla responsabilità degli operatori privati. Necessario uscire dalle enunciazioni di principio ed ambire ad uno sviluppo reale).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato
art. 11 - approvato
Interviene il consigliere Nucera Giovanni (chiede delucidazioni in ordine alla previsione di spesa della proposta in esame)
Rispondono il consigliere Mirabello Michelangelo e l'assessore Mariateresa Fragomeni per i chiarimenti richiesti
art. 12 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso con autorizzazione al coordinamento formale

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere NUCERA Giovanni (La Sinistra)

Interviene il consigliere SERGIO Franco (Moderati per la Calabria) che illustra il provvedimento in esame

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (più volte si è registrata l'assenza dei dirigenti chiamati a dare il supporto tecnico in fase di discussione in sede di Commisione, dichiara, e ciò non è accettabile per l'obbligo intrinseco dell'espletamento delle mansioni ed anche per senso di responsabilità nei confronti dei cittadini. L'augurio è che la legge venga approvata e che tutti, in futuro, rispondano del lavoro svolto).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso con autorizzazione al coordinamento formale

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) che relaziona sul provvedimento in esame

Interviene il consigliere D´ACRI Mauro (Oliverio Presidente) (la proposta è finalizzata al sostegno ed al recupero delle aree interne, dando la possibilità a tanti piccoli agricoltori di uscire dall'anonimato e valorizzare i prodotti tipici attraverso, l'utilizzazione di locali propri per la trasformazione dei prodotti).

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (la legge, dichiara, avrebbe dovuto essere approvata già da dieci anni, considerato che l'adeguamento ai presupposti igienico-sanitari è particolarmente esoso. La Regione che ambisca a risollevarsi dal punto di vista economico va sostenuta ed incoraggiata. L'ambito di intervento di cui alla proposta, dunque, è apprezzabile, la raccomandazione è che il regolamento, di cui all'art. 7 della proposta in esame, preveda forme di controllo rigide dal punto di vista delle garanzie igienico-sanitarie).

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (esprime parere favorevole alla proposta. La discussione sull'enogastronomia va affrontata e normata ed è necessario che sia condivisa. L'esportazione verso la Cina, a livello nazionale, è aumentata del 25 %, i prodotti tipici calabresi andrebbero meglio e più pubblicizzati e prevista una campagna efficace finalizzata alla propria diffusione anche all'estero).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso con autorizzazione al coordinamento formale

Il Consiglio approva

Interviene l'Assessore alla Tutela dell'ambiente, dott.ssa Antonietta Rizzo che illustra il provvedimento in esame (la proposta di proroga si è resa necessaria, dichiara, a causa del ritardo registratosi per il mancato avvio delle ATO ed e seguito delle istanze pervenute dai comuni perchè impossibilitati a subentrare alla regione nella gestione dei rifiuti. La proroga implica il verificarsi di alcuni presupposti e l'assunzione di impegni da parte dei Comuni che sono chiaramente previsti dalla norma in esame).

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (il provvedimento era scontato, dichiara, perchè il sistema è fragile ed incompiuto e si registrano forti ritardi nell'applicazione del piano regionale dei rifiuti. Impensabile scaricare sui Comuni i ritardi della Regione. Necessaria chiarezza sul presupposto di cui al programma "discariche zero" che risulterebbe difficile da rispettare. Fa riferimento ad uno studio effettuato per l'individuazione di discariche nel comune di Cosenza che smentirebbe i presupposti di cui al piano. Necessaria una fase di concertazione e l'assunzione di responsabilità degli attori. Necessario garantire una filiera istituzionale).

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (rammenta che nel 2013, alla fine del commissariamento, era stato urgente trovare un accordo con i gestori delle discariche per evitare l'emergenza rifiuti e che l'opposizione di allora avevamanifestato il proprio dissenso per poi, a distanza di quattro anni, doversi ricredere. Concorda con l'intervento Guccione sulla necessità di pervenire ad una concertazione con tutti i protagonisti del sistema. Esprime voto contrario alla proposta di proroga).

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (il lavoro fatto in questi anni è stato notevole, dichiara. Oggi serve un'assunzione di responsabilità nei confronti dei Comuni che, però, hanno accumulato ritardi, anche se giustificabili. Stante ciò, è necessario fare squadra per individuare la strategia più giusta e gli interventi più efficaci col coinvolgimento fattivo di tutti i soggetti interessati).

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (i ritardi accumulati nell'applicazione del piano rifiuti, dichiara, hanno dato la stura ad interventi di rivendicazione sulla giustezza delle politiche urgenti messe in atto nel 2013 - vedi intervento Orsomarso- L'emergenza rifiuti è un fenomeno anche di oggi ed è testimoniato dal fatto che sia in corso una gara per il trasferimento dei rifiuti all'estero. Chiede delucidazioni in ordine al versamento di rifiuti nel territorio di Cassano. Necessaria una politica seria, dichiara, ed una valutazione attenta dei percorsi da intraprendere e, soprattutto, non proseguire col lancio di inutili spot).

Interviene l'Assessore alla Tutela dell'ambiente, dott.ssa Antonietta Rizzo (per replica)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso con autorizzazione al coordinamento formale

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno chiesto dal consigliere Aieta:

Mozione n. 140 In merito alla Terme Luigiane

Il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) illustra la mozione

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (garantire il funzionamento delle terme luigiane è un atto dovuto, dichiara. La legge 38 del 2012 sulla valorizzazione delle terme andrebbe finanziata, andrebbe, inoltre convocato il commissario alla sanità Cotticelli perchè si provveda alla costruzione di un distretto delle terme calabresi, tanto, considerata l'importanza dal punto di vista del risparmio in ambito sanitario e la positiva incidenza dal punto di vista del rilancio turistico)

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (se pur condivisibile, la denuncia arriva in ritardo, dichiara. Manifesta la propria disponibilità ad approfondire anche dal punto di vista normativo le modalita di intervento per dare stabilità al settore).

Interviene il consigliere SERGIO Franco (Moderati per la Calabria) (condivide la mozione a difesa di un servizio pubblico essenziale. Necessario intevenire per salvaguardare la struttura, dichiara, per l'imporanza che riveste dal punto di vista sanitario e turistico. Ingiustificabile mettere a rischio la struttura anche per l'intrinseco valore di natura occupazionale che riveste. La Giunta dovrà, pertanto, prendere in mano la situazione ed individuare un percorso efficace per la soluzione di questa problematica e di tutte quelle similari che sono alla base del disagio sociale).

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (necessario correre ai ripari per la salvaguardia dei posti di lavoro e dei servizi che l'azienda eroga)

Il Presidente pone ai voti la mozione.

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno chiesto dal consigliere Pedà:

OdG sulla ZES

Il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) illustra l'OdG

Intervengono il Presidente (comunica che l'OdG appena illustrato, così come i successivi, sarà oggetto di discussione della prossima seduta) ed il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà)

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno:

OdG sul mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato della Abramo Customer Care S.p.A. - centro operativo di Crotone

Il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) illustra l'OdG

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno:

OdG sulla situazione dei lavoratori ex percettori di indennità di mobilità in deroga

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) che illustra l'OdG

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta