CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 57 del 31/07/2018 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 57^ SEDUTA

di martedì 31 luglio 2018

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

 

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula.

Interviene il consigliere CICONTE Vincenzo Antonio (Partito Democratico) (comunica la propria autosospensione dal gruppo PD a causa del difetto di organizzazione interna e di strategia per il rilancio della Calabria. Critica la mancanza di dialogo e di qualsivoglia iniziativa chiarificatrice anche a seguito dell'autosospensione del consigliere Bevacqua. Dagli errori si può apprendere, spera in una inversione di marcia e di mettere al bando tecnicismi. Auspica una riunione della maggioranza chiarificatrice e che dia la stura ad un nuovo percorso)

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (condivide e comprende le parole e la sofferenza di cui all'intervento Ciconte. Ricorda la mancata convocazione nell'unica riunione della maggioranza del PD del dopoelezioni. Molti sono stati gli elementi di crisi, ma si preferisce negare l'evidenza. Momenti di crisi profonda, dichiara, vive la sanità, ma è palese l'incapacità del governo regionale di farsi ascoltare nelle sedi opportune. Per questa ragione è opportuna un'assunzione di responsabilità. Annuncia la propria autosospensione dal gruppo PD poichè non si può essere corresponsabili di un disastro annunciato)

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Forza Italia) (Ritiene essere giunto il momento per il Consiglio di autointerrogarsi, i calabresi non possono subire il perenne travaglio interno del PD, dichiara. Mette in evidenza la circostanza che, a parte il consigliere Guccione, nessuno dei fuoriusciti dal PD ha messo in correlazione l'autosospensione all'azione di governo. Chiede se sia messa in discussione la tenuta della maggioranza)

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (si è verificato, dichiara, quello che da mesi è in nuce a causa dell'alienazione dei consiglieri, da parte del presidente Oliverio, dall'azione di governo. La crisi è tanto più evidente anche per il fatto che ad autosospendersi siano due consiglieri tra i più votati. Il fallimento è di tutta evidenza, ma per il senso di responsabilità deve portare a governare gli eventi per il bene dei calabresi).

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (governare la Calabria è quanto di più difficile, dichiara. La responsabilità della crisi è dovuta alla superficialità ed alla presunzione di poter trovare soluzioni facili a problemi enormi. Necessario, però, richiamare al senso di responsabilità di ciascuno, poichè, dichiara, all'orizzonte non si intravede, grazie anche all'incombere di soggetti politici populisti, una situazione di non facile approccio).

Interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) (non è l'Aula il luogo preposto alla celebrazione del fallimento del PD, ma l'Aula è il luogo dove si è lavorato alacremente per la risoluzione dei problemi dei calabresi. Ritiene doveroso che il capogruppo del PD convochi, urgentemente, il gruppo per dirimere in quella sede le problematiche emerse ed evitare che si faccia confusione tra il malcontento all'interno del partito e la crisi interna alla maggioranza di governo. Fa un breve excursus sulle azioni intraprese e sugli effetti positivi del lavoro fin qui svolto; necessario, ora, raccogliere i frutti in favore dei calabresi. Non sembrano esserci defezioni all'interno della maggioranza e, qualora ci siano, è necessario che vengano chiaramente esplicitati).

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (con le autosospensioni odierne si registra un problema interno alla maggioranza a causa del fallimento politico/amministrativo del governo regionale. In mancanza di un chiarimento interno alla maggioranza sarebbe consequenziale la fine della legislatura ed il ritorno alle urne. Necessario un confronto nel merito delle problematiche, si rimane in attesa di discutere di sanità, di povertà, di lavoro).

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Misto) (si registra il fallimento di un'azione di governo largamente annunciato e preventivabile considerato che si è puntato molto sulla demonizzazione del governo precedente, dichiara. Il Presidente ha, da subito, con la nomina di soli assessori esterni, manifestato sfiducia su una classe politica che, di fatto, è stata esclusa da qualunque forma di partecipazione. Ritiene necessario un chiarimento politico ed l'assunzione di responsabilità per quanto è stato promesso e non è stato mantenuto)

Interviene il Presidente della Giunta regionale Mario OLIVERIO (ritiene necessario e chiede la convocazione di una seduta ad hoc per discutere nel merito delle problematiche. Qualora, a seguito di una discussione aperta e chiarificatrice, si ritenga fallimentare l'azione di governo sarà necessario pervenire alle conseguenti determinazioni. Chi ritiene necessario dover prendere, politicamente, le distanze; è necessario che lo faccia subito senza gettare fango in maniera superficiale e diffusa, dichiara. L'azione di governo è stata paziente e determinata e non è stata una politica contro chi ha governato in precedenza. Notevoli i problemi strutturali, la giunta tecnica, che ringrazia, è nata, dichiara, per ridare un ruolo alla politica. Necessario, ribadisce, affrontare, in una seduta apposita, la discussione che dovrà tenere conto di una crisi che è la crisi di un sistema politico. L'Aula è sovrana, l'impegno politico è alla base di qualsiasi presupposto, ma ove non esistesse questo presupposto bisognerebbe prenderne atto. In conclusione, dà lettura di una nota della direzione ospedaliera generale a smentita della notizia apparsa sugli organi di stampa su un presunto, anomalo, intervento ortopedico presso il Grande Ospedale Metropolitano).

Sull'ordine dei lavori, il Presidente comunica che in sede di Conferenza dei Capigruppo è stato concordato l'inserimento all'ordine del giorno di alcune proposte di legge.

Il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) chiede l'inserimento della Proposta di Legge n. 355 " Modifica alla legge regionale 11 agosto 2014, n. 14 'Riordino del servizio di gestione dei rifiuti urbani in Calabria' "

Il Presidente pone ai voti l'inserimento.

Il Consiglio approva

Il consigliere GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti) chiede l'inserimento della Proposta di Legge n. 278 " Modifiche ed integrazioni alla legge regionale n. 40 del 12 dicembre 2008 "

Il Presidente pone ai voti l'inserimento.

Il Consiglio approva.

Il Presidente pone ai voti l'inserimento della Proposta di Legge a firma Neri n. 358 " Disposizione in materia di ordinamento e di organizzazione amministrativa regionale "

Il Consiglio approva.

Il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) chiede l'inserimento dell'esame abbinato delle Proposte di Legge n. 329 e n. 330 " Applicazione dell'art. 96, comma 1, lettera g, della L.R. 34/2002, sui canali navigabili "

Il Presidente pone in votazione l'inserimento all'ordine del giorno.

Il Consiglio approva.

Il Presidente inserisce il primo punto all'ordine del giorno

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.220/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Bilancio di previsione dell'Azienda Calabria Lavoro 2018/2020 '  

Relaziona sul punto il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico)

Interviene il consigliere SCALZO Antonio (Moderati per la Calabria)

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il secondo punto all'ordine del giorno

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.216/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' POR Calabria FESR-FSE 2014/2020. Revisione del Programma '  

Relaziona sul punto il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico)

Interviene il consigliere SCALZO Antonio (Moderati per la Calabria)

Il Presidente pone ai voti la proposta

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere SCALZO Antonio (Moderati per la Calabria)

(Presidenza del Vicepresidente Ciconte)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (plaude al lavoro fatto, ma ritiene vadano apportate delle correzioni per evitare che la legge regionale n. 20 del 2015, modificativa della legge n.4 del 1995, decada a causa dell'abrogazione della legge madre. Chiede che, per i necessari aggiustamenti si rimandi la proposta in discussione in Commissione per le opportune modifiche).

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (precisa che trattasi di un testo unico e che si è fatto esplicitamente richiamo alla legge "Orsomarso").

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (chiede il rinvio per ulteriori modifiche)

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (chiede una breve sospensione per consentire di apportare eventuali modifiche al testo di legge che, per l'importanza rivestita, è opportuno approvare nella seduta odierna).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il sesto punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.321/10^ di iniziativa del Consigliere F. SERGIO recante: 'Accesso al commercio su aree pubbliche in forma itinerante mediante SCIA. Modifiche alla l.r. 18/1999.'  

Interviene il consigliere SERGIO Franco (Moderati per la Calabria) che illustra il punto

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (plaude all'iniziativa in favore di un settore in continua crescita, annuncia voto a favore suo e del gruppo Casa delle Libertà).

Interviene il consigliere MORRONE Giuseppe (Forza Italia) (annuncia voto favorevole)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il settimo punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.295/10^ di iniziativa del Consigliere G. MORRONE recante: ' Norme in materia di tutela delle prestazioni professionali per attività espletate per conto dei committenti privati e di contrasto all'evasione fiscale '  

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) che relaziona sul punto

Interviene il consigliere MORRONE Giuseppe (Forza Italia)

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (plaude all'iniziativa, annuncia voto a favore).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce l'ottavo punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.27/10^ di iniziativa del Consigliere A. NICOLÒ recante: 'Norme per la promozione dell'attività di recupero e ridistribuzione delle eccedenze alimentari per contrastare la povertà e il disagio sociale '  

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) che relaziona sul punto

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Misto)

Interviene il consigliere PEDA´ Giuseppe (Casa delle libertà) (plaude all'iniziativa che ritiene utile e necessaria considerato che, ogni anno, si sprecano circa otto miliardi di derrate alimentare che potrebbero essere efficacemente utilizzate, illustra un emendamento a sua firma)

 

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
emendamento prot. 34350 - accolto
art. 2 - approvato, per come emendato
emendamento prot. 34142 - accolto
emendamento prot. 34352 - accolto
art. 3 - approvato, per come emendato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il nono punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.15/10^ di iniziativa del Consigliere G. GIUDICEANDREA recante: ' Disposizioni per il riconoscimento della rilevanza sociale dell'endometriosi ed istituzione del Registro regionale '  

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) che relaziona sul punto

Interviene il consigliere GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

emendamento interamente sostitutivo prot. 33033 - accolto

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Interviene il consigliere SCULCO Flora (Calabria in rete) (ritornato attuale il tema sull'introduzione della preferenza di genere, chiede che la proposta di legge, approvata in commissione da circa due anni e mezzo, venga calendarizzata ed inserita, il prima possibile, all'ordine del giorno del Consiglio per la sua definitiva approvazione).

Interviene il Presidente IRTO Nicola (Partito Democratico) (assicura che la proposta di legge, di cui alla richiesta Sculco, sarà inserita all'esame della prossima seduta di Consiglio)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno richesto dal consigliere Bevacqua:

Proposta di Legge n. 355/10^ recante: " Modifica alla legge regionale 11 agosto 2014, n. 14 'Riordino del servizio di gestione dei rifiuti urbani in Calabria' "

Interviene l'Assessore alla Tutela dell'ambiente, dott.ssa Antonietta Rizzo

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno:

Proposta di Legge n. 358/10^ " Disposizione in materia di ordinamento e di organizzazione amministrativa regionale "

Interviene il consigliere NERI Giuseppe (Moderati per la Calabria)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno richiesto dal consigliere Giudiceandrea:

Proposta di Legge n. 278 recante " Modifiche ed integrazioni alla legge regionale n. 40 del 12 dicembre 2008 "

Interviene il consigliere GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti) che illustra la proposta

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (trattasi di un porto importante di 2500 posti barca. Dal 2006 la Regione contribuisce al dissabbiamento. La proposta si prefigge di definire il porto "navigabile". Ringrazia la maggioranza per aver condiviso le finalità della proposta riconoscendo al Comune di Cassano la gestione e per aver previsto una posta in bilancio. Annuncia la presentazione di alcuni emendamenti a firma sua e Greco per lo stanziamento di 30.000 ed, ove possibile, il suo impinguamento, Ritiene, inoltre, il ritiro dell'emendamento a firma Bevacqua considerato che la gestione sarà a carico del comune di Cassano)

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (un momento importante e tanto atteso dal territorio, dichiara. Grazie all'impegno di tanti soggetti coinvolti in una serie di iniziative fruttuose è stato possibile pervenire all'adeguamento normativo che affermi la navigabilità del canale degli Stombi).

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (tiene a puntualizzare che il problema, dopo venti anni, è stato risolto grazie all'impegno ed alla volontà di questa maggioranza)

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (chiede rassicurazioni sul finanziamento da parte del governo regionale)

Interviene l'Assessore al Sistema della logistica, sistema portuale regionale e sistema "Gioia Tauro", prof. Francesco Russo (conferma la previsione dei 30.000,00 euro. Non ritiene debbano esserci particolari difficoltà al reperimento degli ulteriori 20.000,00, rimane, però, dichiara, la necessità di acquisire il parere del Dipartimento Bilancio).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
emendamento prot. 34097 (il consigliere Gallo illustra l'emendamento) - accolto
art. 3 - approvato, per come emendato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente riprende il quarto punto

ESAME ABBINATO

- Proposta di Legge n.283/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: "Norme sulla classificazione delle strutture ricettive extralberghiere."
- Proposta di Legge n.356/10^ di iniziativa del Consigliere M. MIRABELLO recante: "Norme sulla classificazione delle strutture ricettive extralberghiere."

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato
art. 11 - approvato
emendamento prot. 34331 - ritirato
art. 12 - approvato
art. 13 - approvato
art. 14 - approvato
art. 15 - approvato
emendamento prot. 34331/1 - ritirato
art. 16 - approvato
art. 17 - approvato
art. 18 - approvato
art. 19 - approvato
emendamento prot. 34382 - accolto
art. 20, per come emendato e riformulato - approvato
art. 21 - approvato
emendamento prot. 34194 - accolto
art. 22, per come emendato - approvato
art. 23 - approvato
allegati - approvati

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta