CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 51 del 10/05/2018 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 51^ SEDUTA

di giovedì 10 maggio 2018

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

 

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula.

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno sull'abolizione dei dazi sull'olio di oliva proveniente dalla Tunisia).

Il Presidente pone ai voti l'inserimento all'ordine del giorno. Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (chiede che, preliminarmente, il presidente della Giunta riferisca sull'avviso di garanzia emesso nei suoi confronti e di altri amministratori, relativo al distacco del sindaco di Acquaro a Calabria Verde e che il Consiglio si determini)

Per precisazioni di ordine procedurale interviene il Presidente e comunica, inoltre, che il Presidente Oliverio riferirà in merito.

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (chiede l'inserimento all'ordine del giorno della Mozione n. 112 Sul miglioramento e sostentamento del Parco Astronomico Lilio di Savelli.)

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (chiede di riprendere i lavori con l'inserimento in votazione dei provvedimenti rinviati nella seduta precedente )

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno sulla situazione di Calabria Verde, scevra da riferimenti e strumentalizzazioni sull'avviso di garanzia inviato al Presidente Oliverio che ritiene debba essere affrontato nei termini previsti dalla legge).

Interviene il Presidente IRTO

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico)

Interviene il Presidente della Giunta Mario Oliverio (comunica che appena ricevuto l'avviso di garanzia ha dato mandato per l'acquisizione del carteggio al fine di verificare da cosa abbia originato la contestazione).

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (ritiene necessario affrontare la problematica in Aula poichè le dichiarazioni fanno pensare ad una doppia morale che ha determinato, per alcuni la rimozione degli incarichi, per altri, invece, la salvaguardia. Ritiene non si possa transigere, si rischierebbe la deriva antidemocratica).

Interviene il consigliere SERGIO Franco (Oliverio Presidente) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Forza Italia) (non dare la possibilità di affrontare in Aula la problematica sarebbe un errore, dichiara. Il problema non si limita all'applicazione di un criterio comune, sul Presidente va espresso un giudizio sul piano politico, afferma, ma è necessario usare un atteggiamento garantisca per ciò che attiene alla sfera giurisdizionale. Ritiene opportuno essere rispettosi dell'azione messa in campo dalla Magistratura, ma rispettosi e determinati a tutelare le altre istituzioni).

Interviene il consigliere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (la presunzione di innocenza va salvaguardata, dichiara, il problema posto dal consigliere Guccione è politico e si riferisce al diverso atteggiamento assunto dal Presidente Oliverio ad inizio legislatura quando sono stati 'decapitati' gli assessori Guccione e Ciconti per circostanze analoghe. Corretto garantire il confronto in Aula).

Interviene il consigliere CICONTE Vincenzo Antonio (Partito Democratico) (precisa di non aver subito alcuna "decapitazione", ma che, a suo tempo, ha rassegnato le dimissioni).

Interviene il Presidente della Giunta Mario Oliverio (ringrazia i consiglieri per il tenore degli interventi. Chiarisce che la fiducia riposta sulla magistratura rimane integra. Sul distacco del Sindaco di Acquaro e sulle accuse rivolte alla sua persona ribadisce che ha dato mandato ai suoi legali per l'acquisizione della documentazione al fine di accertare i fatti. La valutazione che ne discenderà sarà anche politica, dichiara. Ricorda che nessuno è stato decapitato per opera sua e nel caso in cui dovesse essere accertata una sua responsabilità non esiterebbe a trarne le conseguenze. Rivendica l'assoluta coerenza del suo operato e dell'unica morale usata. Ricorda che alla guida di Calabria Verde è stato chiamato un generale dei Carabinieri a dimostrazione e garanzia dell'opera di bonifica avviata).

Il Presidente propone l'inversione dell'ordine del giorno ed inserisce il secondo punto la cui relazione era stata, già, svolta nella seduta precedente:

Proposta di Legge n.291/10^ di iniziativa dei Consiglieri G. AIETA, D. BATTAGLIA recante: " Norme recanti disposizioni volte alla tutela, alla promozione e alla valorizzazione dell'invecchiamento attivo " - Relatore: M. MIRABELLO

Il Presidente pone ai voti l'articolato:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato
art. 11 - approvato
art. 12 - approvato
art. 13 - approvato

e la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva.
(viene autorizzato il coordinamento formale)

Interviene il consigliere GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti) (ringrazia il presidente per la celerità usata nell'inserire in discussione il provvedimeto. Annuncia la presentazione di una proposta a sua firma finalizzata alla rivisitazione organica della materia).

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) (la legge consente alla Calabria ed al Consiglio regionale di intervenire su una problematica molto sentita. La legge è altamente qualificante e si inserisce in un contesto di razionalizzazione e contenimento della spesa).

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (non concorda sull'autointestazione di iniziative che in realtà discendono da obblighi di legge, sottacendo tutte le iniziative riconducibili alla precedente legislatura).

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (coglie l'occasione per ringraziare i giovani che attraverso la presentazione di una proposta di iniziativa popolare hanno dato la stura alla presentazione della proposta in discussione. I consiglieri della presente legislatura non hanno indennità di fine mandato ne vitalizi. Contrariamente a quanto asserisce il consigliere Orsomarso, precisa, nella precedente legislatura sono state messe in campo iniziative cha andavano ad incidere sugli emolumenti dei consiglieri futuri).

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (trattasi di una scelta giusta. Importante il segnale che si sta per dare alla Calabria ed al resto del Paese, dichiara. Il finanziamento della politica è un tema importantissimo per il coinvolgimento di chi non sarebbe in condizione di farlo. Trattasi di una questione democratica che va attenzionata. Dichiara la propria disponibilità a dare il proprio contributo alla proposta di legge a firma Giudiceandrea sulla rivisitazione organica della materia).

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Misto) (prende atto del senso di responsabilità dimostrato con la predisposizione della norma in discussione. Condivide il portato dell'intervento Guccione, mette in risalto le difficoltà di coinvolgimento di soggetti disposti ad iniziare un percorso politico. La politica non può essere consegnata ai poteri forti, dichiara, ma va riqualificata per essere appetibile).

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (esprime apprezzamento per l'iniziativa assunta. Necessario riconquistare la credibilità perduta e comprendere l'errore storico che ha determinato la deriva populistica e qualunquistica del Paese).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Forza Italia) (gli atteggiamenti all'insegna dell'antipolitica utilizzati anche dai consiglieri hanno legittimato e dato vita a sentimenti analoghi anche nella popolazione, dichiara. Condivide il portato dell'intervento Guccione e ritiene la politica l'arte più nobile. Tutti i partiti, a partire dalla resistenza, dichiara, hanno usufruito di contributi, anche privati, ma non erano sottoposti al giudizio negativo, nè venivano contestati. Il vitalizio è finalizzato a tutelare ed a riconoscere l'importanza del mandato. Altra cosa è dimostrare una certa sensibilità dando la giusta lettura ad un contesto sociale in difficoltà, dichiara, per questo annuncia il proprio assenso alla proposta in discussione).

Interviene il consigliere BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (con la proposta si intende fare chiarezza sul vero sentire della politica calabrese, assurta agli onori della cronaca e rappresentata in maniera distorta. Ritiene inopportuno montare un processo ai danni del Presidente per un avviso di garanzia che, stante il ruolo rivestito, dovrà essere trattato con senso di responsabilità per tutte le conseguenze connesse alla revoca o alla rinuncia del mandato).

Interviene il consigilere GALLO Gianluca (Casa delle libertà) (ritiene positiva l'iniziativa del presidente Irto e condivisa dai gruppi consiliari. Positiva anche perchè finalizzata ad un contributo di solidarietà, dichiara. Sarebbe necessario spiegare a tutti coloro che ritengono insufficienti i tagli posti in essere che, l'abolizione dei vitalizi pregressi in quanto diritti quesiti risulta essere impraticabile. Necessario, comunque, conclude, dare mandato agli uffici legislativi per verificare cosa sia possibile fare in merito, finalizzando i risparmi alla crescita ed allo sviluppo).

Interviene il consigliere CICONTE Vincenzo Antonio (Partito Democratico) (reputa la riduzione dei vitalizi finalizzata ad un intervento di solidarietà molto importante. Fa una breve digressione per spiegare il motivo del suo intervento chiarificatore sulle sue dimissioni da assessore).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Il Consiglio approva (con autorizzazione al coordinamento formale)

Interviene il Presidente del consiglio regionale IRTO Nicola (Partito Democratico) (ringrazia i consiglieri per aver condiviso l'iniziatiiva che rappresenta un ulteriiore passo del Consiglio regionale verso la sobrietà gestionale e la vicinanza ai cittadini).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

emendamento all'art. 1 (prot.18143) accolto
art. 1, per come emendato, approvato
art. 2 approvato
art. 3 approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Il Consiglio approva (con autorizzazione al coordinamento formale)

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) propone rinvio del quinto punto:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.205/10^ di iniziativa D'Ufficio recante: " Designazione di due componenti nel Comitato dei garanti per l'accoglienza dei richiedenti asilo, dei rifugiati e sviluppo sociale, economico e culturale delle comunità locali (art. 5, l.r. 12 giugno 2009, n. 18) "

Il Presidente pone ai voti la proposta di rinvio.

Il Consiglio approva

Trattazione rinviata

Interviene il consigliere NUCERA Giovanni (La Sinistra) chiede inserimento della PL 338/10^ " Ulteriore proroga degli strumenti urbanistici delle Aree Industriali - art. 5 comma 5 della L.R. 24/2013 "

Il Presidente pone ai voti l'inserimento all'ordine del giorno

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce la proposta:

Proposta di Legge n. 338 " Ulteriore proroga degli strumenti urbanistici delle Aree Industriali - art. 5 comma 5 della L.R. 24/2013 "

Il consigliere NUCERA Giovanni (La Sinistra) svolge la relazione

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Il Consiglio approva (con autorizzazione al coordinamento formale)

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta