CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 39 del 28/09/2017 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 39^ SEDUTA

di giovedì 28 settembre 2017

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

 

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula

Il Presidente pone ai voti la proposta di rinvio.

Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) che propone l'inserimento della mozione ad oggetto "Casa della salute di Chiaravalle".

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (si associa e ritiene prioritaria la discussione sulla protesta sulla casa della salute di Chiaravalle).

Interviene il consigliere MAGNO Mario (Misto) (si associa ai precedenti interventi, ritiene necessario intervenire efficacemente sulla problematica che ha visto il mancato completamento dell'iter per la realizazione della Casa della Salute di Chiaravalle centrale. Chiede, inoltre, che si intervenga sulla riorganizzazione dei servizi sanitari di tutto il territorio regionale).

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà)

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (concorda sull'iniziativa intrapresa, comunica che la commmissione sanità si occuperà della problematica)

Il Presidente  pone ai voti l'inserimento

Il Consiglio approva

 

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) ( richiama la Mozione 88/2017 "Per sensibilizzare il Governo ed il Presidente del Consiglio dei Ministri ad intervenire con urgenza sulla vertenza in atto nell'Azienda "Call & Call" di Locri a seguito dell'apertura delle procedure di licenziamento collettivo per 129 dipendenti delle stessa").

Il Presidente pone ai voti l'inserimento delle Mozioni

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) ( richiama la Mozione 92/2017 sul licenziamento dei 13 operatori della Sicurcenter S.p.A ).

Il Presidente pone ai voti l'inserimento

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) (chiede inserimento della proposta di legge 274/10^Leg. e della proposta di legge 275/10^Leg. sull'equa distribuzione degli impianti di smaltimento).

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (annuncia voto contrario)

Interviene il Presidente IRTO Nicola (Partito Democratico) (precisa che in termini regolamentari l'inserimento delle proposte è da considerarsi legittimo)

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto)

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (contesta la procedura seguita che ritiene non rispettare il normale iter e la mission del consigliere).

Interviene il consigliere NUCERA Giovanni (La Sinistra) (chiede, ove non vengano ravvisati elementi di urgenza ed improcrastinabilità, il rinvio della trattazione)

Il Presidente pone ai voti l'inserimento

Il Consiglio respinge

Il Presidente inserisce il secondo punto all'ordine del giorno

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.176/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Rendiconto esercizio 2015 - Azienda Calabria Lavoro. '  

Relaziona sul punto il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico)

Interviene il Vicepresidente con delega alle Politiche del personale, innovazione burocratica e semplificazione, prof. Antonio Viscomi

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Il Consiglio approva

   

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Il Consiglio approva

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Il Consiglio approva

(Presidenza del Vicepresidente CICONTE Vincenzo)

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) chiede la votazione per appello nominale

Il Presidente pone ai voti la proposta per appello nominale

Il Consiglio approva

(Presidenza del Presidente IRTO Nicola)

Interviene il Vicepresidente con delega alle Politiche del personale, innovazione burocratica e semplificazione, prof. Antonio Viscomi (precisa che le ripetute proposte di legge sul riconoscimento dei debiti fuori bilancio sono dovute alla volontà dell'amministrazione di non attingere, per ragioni di opprtunità, a fronte dei rilievi mossi dalla Corte dei Conti, al fondo rischi e contenzioso).

 

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (chiede notizie sul contenzioso Zoccali e se siano state avviate le procedure per il recupero delle somme indebitamente erogate).

Interviene il Vicepresidente prof. Antonio Viscomi (comunica che l'Avvocatura regionale segue la problematica e che, per ciò che attiene alla responsabilità amministrativa, è stato avviato il procedimento disciplinare nei confronti del dirigente responsabile).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (precisa che la Regione si è vista soccombere diverse volte su vicende analoghe e che l'attenzione e la valutazione dovrà riguardare la procedeura che ha dato la stura all'erogazione delle somme non dovute ed anche al mancato recupero. Chiede che, in assenza del voto elettronico, il provvediemento ed i singoli articoli vengano votati per appello nominale).

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (crede sia necessario vigilare, trattandosi di una problematica che riguarda l'odierna amministrazione, ma anche le future, sulla "distrazione" dei dipartimenti e sulla diligenza e buon senso da usare per evitare il proliferarsi dei debiti fuori bilancio).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

(per appello nominale) art. 1 approvato

art. 2 approvato

(per appello nominale) art. 3 approvato

(per appello nominale) (interviene il cons. TALLINI per dichiarazione di voto) art. 4 approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso con autorizzazione al coordinamento formale.

Si procede con la votazione per appello nominale.

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) per dichiarazione di voto (fa una digressione sul rispetto delle regole. Alla luce del risultato registrato dalla votazione per appello nominale, dichiara, si registrerebbe, in assenza del voto di astensione da parte di NCD, l'assenza della maggioranza).

Il Presidente inserisce il settimo punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n.263/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell'art. 73 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118(Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni,degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n.42).'  

Relaziona sul punto il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) (ritiene necessario pervenire al più presto all'individuazione delle responsabilità per mettere fine ad un fenomeno che non rende giustizia all'impegno profuso dal Governo regionale. Propone la caledarizzazione di un incontro in sede di Commissione Bilancio per stabilire modalità ed azioni efficaci da mettere in campo).

Interviene il Vicepresidente con delega alle Politiche del personale, innovazione burocratica e semplificazione, prof. Antonio Viscomi (raccoglie favorevolmente la proposta del presidente della Commisione Bilancio, Aieta. Precisa che il riconoscimento avviene e scaturisce da sentenze definitive. Le modalità non possono che essere quelle della legge, nelle more di una riquantificazione ad hoc del fondo rischi. Il contenziono della Regione è enorme e si sta cercando di mettere degli argini. L'amministrazione, dichiara, dovrà funzionare in modo ordinato. Ogni decreto di riconoscimento dei debiti fuori bilancio, chiarisce, viene inviato alla Corte dei Conti).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art.1 approvato

art.2 approvato

art.3 approvato

art.4 approvato

 

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (chiede la votazione per appello nominale).

Interviene il consigliere GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti) (ritiene incomprensibile l'atteggiamento ostruzionistico messo in atto da parte della minoranza ed il richiamo al rispetto del regolamento quando lo stesso viene disatteso con digressioni e abuso dei tempi consentiti per i singoli interventi e le dichiarazioni di voto).

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (richiama al rispetto dell'Aula ed al ruolo dell'opposizione)

Interviene il consigliere BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (richiama l'attenzione sul fatto che l'amministrazione, nell'odierna legislatura, ha consentito,attraverso la diretta streaming, quasi a costo zero, la visione delle sedute del Consiglio anche ai cittadini a garanzia della regolarità delle procedure di voto e dell'esito delle stesse).

Interviene il consigliere FERRO Wanda (Misto) (Ritiene fondamentale porre regole valide per il funzionamento dell'Aula. Nel merito: considera i debiti fuori bilancio "il problema" comune a tutte le amministrazioni. Ciò che è fondamentale, dichiara, è dare pari dignità al riconoscimento degli stessi affinchè non ci siano riconoscimenti di debili fuori bilancio di serie a e di serie b. La burocrazia, afferma, funziona quando la politica non vuole sostituirsi ad essa. Concorda sulla proposta Aieta, solo se scevra da secondi fini. Augura buon lavoro al nuovo Ufficio di Presidenza).

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (augura buon lavoro al neoeletto Ufficio di Presidenza, richiama l'attenzione sulla necessità di lavorare avendo come obiettivo il bene della Calabria e dei calabresi. Invita al rispetto dei ruoli ed accoglie favorevolmente il riappropriarsi del proprio ruolo da parte della minoranza la cui opposizione dura e costruttiva deve essere accolta e compresa).

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per appello nominale

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) per dichiarazione di voto (fa una breve digressione e contesta nel merito l'intervento del consigliere Giudiceandrea che ritiene essere offensivo nei suoi riguardi e dell'Aula).

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno

ESAME ABBINATO

- Proposta di Legge n.58/10^ di iniziativa dei Consiglieri D. BATTAGLIA,G. AIETA,D. BEVACQUA,M. D'ACRI,G. GIUDICEANDREA,M. MIRABELLO,F. SCULCO,F. SERGIO recante: " Modifiche alla legge regionale 25 novembre 1996, n. 32 e norme in materia di alloggi di edilizia residenziale pubblica"
- Proposta di Legge n.93/10^ di iniziativa del Consigliere F. ORSOMARSO recante: " Modifiche alla legge regionale 25 novembre 1996, n. 32 e norme in materia di alloggi di edilizia residenziale pubblica"

E' in discussione un testo unificato: Modifiche alla legge regionale 25 novembre 1996, n. 32 e norme in materia di alloggi di edilizia residenziale pubblica
nel testo proposto da: Relatore: D. BEVACQUA

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) chiede il rinvio

Trattazione rinviata.

Interviene il consigliere ARRUZZOLO Giovanni (Nuovo Centro Destra) chiede inserimento di una mozione in ordine alle "mancate retribuzioni dei lavoratori ex mobilità in deroga".

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno

Legge regionale n. 39/1995 – Nomine di competenza del Consiglio regionale come da elenco allegato.

Interviene il consigliere GIUDICEANDREA Giuseppe (Democratici Progressisti) (chiede rinvio, invita, contestualmente, la conferenza dei Gruppi consiliare a pervenire in tempi rapidi alle nomine ed evitare ulteriori lungaggini)

Il Presidente pone ai voti la richiesta di rinvio

Il Consiglio approva

 

Si passa alla trattazione delle mozioni inserite all'ordine del giorno:

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (illustra la mozione presentata che impegna il Presidente della regione Calabria e l'intera Giunta ad attivarsi al fine di garantire la celere adozione degli atti amministrativi necessari per pervenire alla firma della convenzione).

Interviene il consigliere BOVA Arturo (Democratici Progressisti)

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto)

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico)

Interviene il consigliere MAGNO Mario (Misto)

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra)

(i consiglieri intervenuti esprimono il proprio favore alla Mozione, concordano sulla necessità di far confluire gli sforzi di tutti per pervenire, al più presto, alla conclusione positiva dell'iter intrapreso).

Il Presidente pone ai voti la mozione

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) chiede inserimento O.d.G sulla "Tutela della produzione agrumicola e olivicola calabrese".

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) che illustra la mozione presentata "Per sensibilizzare il Governo ed il Presidente del Consiglio dei Ministri ad intervenire con urgenza sulla vertenza in atto nell'Azienda "Call & Call" di Locri a seguito dell'apertura delle procedure di licenziamento collettivo per 129 dipendenti delle stessa").

Il Presidente pone ai voti la mozione

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) che illustra la mozione 92/10 ad oggetto: "Affinchè si intervenga presso la rappresentanza designata dal socio pubblico regione Calabria in seno alla società gestione S.A.CAL. S.p.A. e presso la prefettura di reggio calabria al fine di annullare il licenziamento avvenuto di 13 dipendenti della società Sicucenter S.p.A. addeti al servizio di controllo e sicurezza dell'aeroporto "Tito Minniti", andando ad individuare le opportune soluzioni che siano applicabili immediatamente e successivamente alla data del 5 dicembre c.a., data ultima per la decisione definitiva del Consiglio di Stato sull'assegnazione della gestione dei servizi aeroportuali diReggio Calabria alla S.A.CAL. S.p.A."

Il Presidente pone ai voti la mozione

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere ARRUZZOLO Giovanni (Nuovo Centro Destra) che illustra la mozione presentata in ordine alle "mancate retribuzioni dei lavoratori ex mobilità in deroga".

Il Presidente pone ai voti la mozione

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) che illustra l'ODG presentato sulla "Tutela della produzione agrumicola e olivicola calabrese".

Il Presidente pone ai voti l'O.d.G

Il Consiglio approva

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta