CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 36 del 12/05/2017 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 36^ SEDUTA

di venerdì 12 maggio 2017

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

  

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula.

 

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno sulla stabilizzazione dei precari e degli LSU - LPU della Regione Calabria)

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (chiede l'inversione dei punti all'ordine del giorno)

Intervine il consigliere MAGNO Mario (Misto) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno sulla situazione carceraria ed un Ordine del Giorno sul mantenimento del distretto n. 7 dell'Azienda Calabria Verde a Taverna )

Interviene il Presidente pone ai voti la proposta del consigliere Greco di inversione dei punti dell'ordine del giorno

Il Consiglio approva

 MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (chiede l'inserimento di un ordine del giorno sui Centri per l'Impiego)

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (chiede l'inserimento di una Mozione ad oggetto:"Per sensibilizzare il Parmento italiano a procedere con urgenza all'approvazione del testo di legge sul biotestamento e che consideri la libertà di coscienza e possa garantire le divergenze di pensiero che in materia contraddistinguono il singolo individuo")

Il Presidente inserisce il quarto punto all'ordine del giorno

4) ESAME ABBINATO

- Proposta di Legge n.42/10^ di iniziativa del Consigliere Iniziativa popolare recante: " Disposizioni per l'organizzazione del servizio idrico integrato"
- Proposta di Legge n.46/10^ di iniziativa del Consigliere Consiglio comunale di Cosenza recante: " Disposizioni per l'organizzazione del servizio idrico integrato"
- Proposta di Legge n.140/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: " Disposizioni per l'organizzazione del servizio idrico integrato"


E' in discussione con riferimento ai PP.LL. NN. 42/10, 46/10, 140/10 un testo unificato: Disposizioni per l'organizzazione del servizio idrico integrato.
nel testo proposto da: Relatore: D. BEVACQUA

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (illustra il punto)

Interviene il consigliere FERRO Wanda (Misto) (reputa opportuna l'approvazione di una norma sul servizio idrico integrato, ritiene necessari alcuni chiarimenti di ordine tecnico su una proposta che considera generica. Evidenzia alcune incongruenze e disposizioni che andrebbero in contrasto con la normativa vigente).

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (sarebbe stata necessaria, premette, una rinione della maggioranza propedeutica all'approvazione di una norma che si è resa necessaria, intanto, per evitare il commissariamento. Ritiene impensabile ed erroneo mettere da parte le vicende che hanno interessato la Sorical poichè, dichiara, non è pensabile che i privati non rispondano dello sperpero di risorse registrato in questi anni. Ritiene la proposta insufficiente).

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (chiede al Presidente della Giunta, ferma restando la necessità di pervenire ad un cambiamento di rotta sulla gestione delle risorse idriche ed alla stesura di un testo efficace, di rinviare la trattazione per consentire un maggiore coinvolgimento e l'apertura di un tavolo di discussione).

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (contesta il metodo e la superficialità con cui la maggioranza affronta problematiche di una portata così vasta e della gestione delle emergenze in generale).

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) (non condivide le critiche esternate fino a questo punto del dibattito. Il provvedimento, dichiara, ha seguito il normale iter ed acquisito il parere dei soggetti istituzionali interessati. L'obiettivo è quello di pervenire alla gestione pubblica delle risorse idriche. Le richieste di rinvio possono essere anche accolte, afferma, ma, assunto il fatto che il testo è stato lungamente trattato e chiunque sarebbe stato nelle condizioni di proporre modifiche e miglioramenti. Esprime al Presidente Irto apprezzamenti per il nuovo sito del Consiglio che ritiene essere un valido strumento di comunicazione e di trasparenza).

Interviene l'assessore MUSMANNO Roberto (Infrastrutture) (illustra la proposta che riconosce ed istituisce l'ente pubblico "Autorità Idrica della Calabria" quale ente di governo dell'ambito territoriale ottimale (ATO) per il servizio idrico integrato (SII) del quale disciplina l'organizzazione della gestione. Contestualmente dispone l'allocazione delle funzioni già attribuite ai soppressi Enti d'Ambito. Precisa che l'iter seguito ha previsto le audizioni di tutti gli enti locali e che la proposta ha trovato l'unanime consenso in sede di approvazione in Commissione. L'approvazione della proposta si rende necessaria per mettere ordine in un settore strategico oltre che per ottemperare alla normativa vigente).

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (tenuto conto dell'importanza che la legge riveste e dei riflessi della stessa sul territorio, non è da ritenersi un atto di lesa maestà, dichiara, pervenire ad una rivisitazione del testo per superare i possibili vizi di incostituzionalità precedentemente evidenziati dalla consigliera Ferro).

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (la Calabria non ha saputo preservare una risorsa fondamentale qual è l'acqua. Necessita, dichiara, una riflessione ed un cambiamento di rotta anche attraverso l'inserimento della tariffa unica in tutto il territorio calabrese. Necessario è, anche, un piano di investimenti sulle reti ed una gestione che risponda ai principi di efficienza e di efficacia. Plaude all'iniziativa che ha portato all'approvazione della norma, ma ritiene necessario fare chiarezza sulle dinamiche che hanno determinato le criticità fino ad oggi registrate. Opportuni, reputa, alcuni approfondimenti relativamente alla composizione dell'assemblea (ritiene troppi quaranta comuni con diritto di partecipazione poichè i sindaci fanno già parte delle conferenze di zona ) al diritto di voto, alla rivisitazione del meccanismo elettivo).

Il Presidente chiama i Capigruppo al tavolo della Presidenza.

La seduta è sospesa per 10 minuti

La seduta riprende

Interviene il Presidente della Giunta OLIVERIO Mario (ringrazia tutti coloro che hanno alacremente lavorato per dare alla Calabria una legge che metta in condizione di superare limiti registrati fino ad oggi e fare dell'acqua una risorsa che rappresenti un valore aggiunto dal punto di vista economico. L'obiettivo, dichiara, è quello di pervenire ad un governo pubblico dell'acqua anche nel rispetto della volontà che i calabresi hanno espresso in occasione del referendum sull'acqua pubblica. La legge esalterà anche il ruolo delle autonomie locali. La legge regionale n.10 nel prevedere i due momenti della grande adduzione e della distribuzione ha determinato molte discrasie che oggi vanno superate. Sulla vicenda di Sorical dovrà esserci, afferma, una lettura analitica e l'assunzione di successive determinazioni per stabilire se mantenerla (alle giuste e chiare condizioni) o sopprimerla. Oggi si scrive, conclude, una pagina importante).

Il Presidente pone ai voti il testo singoli articoli:

Art. 1 - approvato

Art. 2 - approvato

Art. 3- approvato

Art. 4 - approvato

Art. 5 - approvato

Art. 6 - approvato

emendamenti all'articolo 7 (il consigliere Mirabello illustra)- accolti

Art. 7 - approvato per come emendato

emendamenti all'art. 8 - accolti
Art. 8 - approvato per come emendato

emendamento all'art. 9 - accolto

Art. 9 - approvato per come emendato

Art. 10 - approvato

Art. 11 - approvato

Art. 12 - approvato

Art. 13 - approvato

Art. 14 - approvato

Art. 15 - approvato

Art. 16 - approvato

Art. 17 - approvato

Art. 18 - approvato

Art. 19 - approvato

Art. 20 - approvato

Art. 21- approvato

Art. 22 - approvato

Art. 23 - approvato

Art. 24 - approvato

Art. 25 - approvato

emendamento all'allegato A - accolto

Allegato A - approvato per come emendato

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) per dichiarazione di voto (annuncia voto a favore)

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) per dichiarazione di voto (ringrazia il Presidente e la maggioranza per la disponibilità dimostrata con il recepimento di alcune istanze, rimanendo, però, alcune differenziazioni tra le posizioni assunte quali il mancato coinvogimento dei piccoli comuni, annuncia voto di astensione)

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) per dichiarazione di voto (rimanendo vivi alcuni elementi di dubbia costituzionalità, per come precedentemente esplicitato dalla consigliera Ferro, annuncia voto di astensione)

Il Presidente puntualizza il portato dell'emendamento all'art. 9 e pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) che illustra la proposta di legge

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

Art. 1 - approvato

Art. 2 - approvato

Art. 3- approvato

Art. 4 - approvato

Art. 5 - approvato

emendamento all'art. 6 (illustra il consigliere Mirabello) - accolto

Art. 6 - approvato per come emendato

emendamento all'art. 7 (illustra il consigliere Neri)

 

Interviene il Presidente OLIVERIO Mario (sull'emendamento a firma Neri)

Interviene il consigliere NERI Giuseppe (Democratici Progressisti) (spiega il portato dell'emendamento)

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (concorda sull'interpretazione data dal consigliere Neri all'emendamento, che condivide).

Il Presidente chiama al tavolo della Presidenza il proponente ed il relatore della proposta di legge

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (in qualità di relatore, esprime parere contrario all'emendamento per coerenza a quanto scaturito dall'approvazione in Commissione dove la proposta è stata lungamente dibattutain presenza dei soggetti interessati).

Il consigliere Neri ritira l'emendamento.

Art. 7 - approvato

Art. 8 - approvato

Art. 9 - approvato

Art. 10 - approvato

Art. 11 - approvato

Art. 12 - approvato

Art. 13 - approvato

Art. 14 - approvato

Art. 15- approvato

Art. 16 - approvato

Art. 17 - approvato

   

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere D´ACRI Mauro (Oliverio Presidente)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 approvato
art. 2 approvato
art. 3 approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) che chiede il rinvio dei restanti punti all'ordine del giorno.

Il Consiglio approva

 

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta