CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 33 del 20/02/2017 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 33^ SEDUTA

di lunedì 20 febbraio 2017

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

 

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula.

Il Presidente inserisce il primo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n. 157/10^ di iniziativa D'Ufficio recante: " Convalida del Consigliere regionale Wanda Ferro "

Il Presidente rivolge un breve saluto alla consigliera Wanda Ferro. 

Interviene la consigliera FERRO Wanda (Ringrazia il presidente Irto e l'Ufficio di Presidenza per la celerità con la quale hanno dato seguito alla Sentenza della Corte con la quale sono state riconosciute le sue prerogative.
Ritiene debba essere fatta chiarezza sulle ragioni che hanno determinato la sua esclusione dalla massima assise regionale. Ringrazia i cittadini che l'hanno sostenuta nella battaglia intrapresa e la stampa che non ha mai spento i riflettori sulla vicenda che l'ha riguardata. Ribadisce la necessità di recitare un ruolo importante per la soluzione di problematiche pregnanti in nome della legalità e dell'equità
, nel rispetto dei cittadini e dei loro bisogni. Si chiede come, in assenza delle infrastrutture, si possa pensare ad una Calabria europea. Pone l'accento sull'emergenza sanità. Rivendica il ruolo dell'opposizione in assenza della quale, dichiara, mancherebbe il controllo sull'attività di governo. Legalità e trasparenza, afferma, sono alla base dello sviluppo e della giustizia sociale, naturalmente, non sostitendosi al ruolo della magistratura, ma semplicemente recitando il proprio ruolo coerentemente e dignitosamente. Ritiene fondamentale un'inversione di rotta attraverso la valorizzazione del patrimonio ambientale, architettonico, gastronomico, culturale della Calabria. Rivolgendosi al presidente Oliverio, dichiara che, ove lo stesso riterrà poggiare le proprie iniziative sui presupposti sin qui esposti, avrà il suo apporto. Rivolge un saluto alla consigliera Flora Sculco per il lavoro svolto anche in contrapposizione a logiche più diffuse. Ribadisce l'intenzione di lottare in tutte le forme necessarie e con tutti i mezzi per onorare il mandato ricevuto dai cittadini)

Interviene il consigliere SCALZO Antonio (Partito Democratico) (Augura buon lavoro alla consigliera Wanda Ferro. Riconosce che la legge elettorale che non ha consentito da subito il suo ingresso in consiglio regionale ha rappresentato un vulnus, facilmente riconoscibile, ma non ascrivibile a questa amministrazione).

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (augura buon lavoro alla consigliera. Ritiene che nella giornata odierna si possa ritenere chiusa una brutta pagina della vita istituzionale calabrese. Nel ripercorrere alcuni fatti importanti che hanno caratterizzato l'attività amministrativa, ritiene necessario prendere sempre più consapevolezza del ruolo rivestito dai consiglieri tutti e del rispetto dello stesso).

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (saluta ed augura buon lavoro alla consigliera che ritiene, considerato il percorso politico-amministrativo fatto ed i ruoli prestigiosi rivestiti, possa rappresentare un valore aggiunto per l'attività consiliare e per la regione in generale).

Interviene il consigliere BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (ritiene essere, la presenza della consigliera, una presenza di valore. Condivide con la stessa la fondamentale distinzione dei ruoli e la coerenza dell'appartenenza).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (il mancato riconoscimento del seggio alla consigliera ferro, dichiara, ha rappresentato una pagina nera del regionalismo calabrese. La sua assenza, continua, ha dato la stura a comportamenti che hanno falcidiato la minoranza e determinato la situazione ambigua di oggi. Ritiene necessario pensare, per non definire fallita la legislatura odierna, cambiare modalità di comportamento. Purtroppo, dichiara, gli atteggiamenti registrati, anche in concomitanza delle elezioni per la Provincia di Cosenza, purtroppo, non fanno presagire all'auspicata ed annunciata inversione di tendenza).

Interviene il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) (formula gli auguri di buon lavoro, ritiene la presenza della consigliera Ferro un valore aggiunto per tutte le buone pratiche e le iniziative a favore dei cittadini che possano essere intraprese, riconoscendo le insite, grandi doti politico-amministrative. Il vulnus registrato e che non ha consentito alla consigliera di sedere da subito in Consiglio, dichiara, non è imputabile all'odierna amministrazione)

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (rivolge un saluto alla consigliera che considera e sente politicamente vicina. Ritiene possa rappresentare un valore aggiunto per le capacità politiche, amministrative ed umane che la caratterizzano. Seppur interessato ad un'opposizione costruttiva, purtroppo, dichiara che ciò non è stato reso possibile, spero, dichiara, che la sua presenza possa dare nuovi input. Rivolge un saluto al Consigliere Giuseppe Mangialavori per il lavoro sin qui svolto e per il grande valore dimostrato)

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (saluta positivamente l'ingresso della consigliera Ferro. Probabilmente, il ristabilirsi dei principi di democrazia e la presenza in Consiglio di un leader riconosciuto non può che migliorare e favorire l'azione amministrativa della regione nel rispetto dei ruoli).

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (rivolge un saluto alla consigliera Ferro. Fuori da ogni demagogia, rivendica il ruolo serio sin qui esercitato dalla minoranza nonostante le interferenze della maggioranza. Richiama la maggioranza al senso di responsabilità per consentire l'esercizio dell'opposizione. Ritiene fondamentale ruolo esercitato delle donne e, assolutamente improcrastinabile l'applicazione della normativa per favorire il loro ingresso nei consigli di amministrazione, cosa che, peraltro, in Calabria, non avviene).

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (nel rispetto della solitudine che ha caratterizzato la lotta della consigliera Ferro, dichiara, avrebbe preferito non intervenire. Il suo intervento è giustificato, afferma, solo dalla cortesia che giustamente va usata nei confronti di una collega che si accinge ad esercitare il ruolo che gli era stato negato).

Interviene il consigliere MORRONE Giuseppe (Forza Italia) (esprime contentezza per l'ingresso di Wanda Ferro per tutto ciò che di positivo rappresenta e per le capacità che le riconosce. Richiama, brevemente l'intervento di Scalzo, contesta l'attribuzione di responsabilità in fase di approvazione della legge elettorale che, a sua memoria e per parte sua, ha seguito il normale iter)

Interviene il Presidente della Giunta regionale, On.le Mario OLIVERIO (rivolge un saluto alla consigliera Wanda Ferro, ritiene giusto, alla luce degli interventi che lo hanno preceduto, fare alcune precisazioni. Ricorda ai consiglieri presenti nella scorsa legislatura che la legge elettorale con cui si è votato alle ultime elezioni era stata approvata dalla stessa maggioranza che poi ha candidato Wanda Ferro alla Presidenza della Giunta. Ricorda poi che la Regione si è costituita in sede di giudizio perchè intendeva difendere la legge e non vi era alcuna intenzione di contrastare posizioni personali di alcuno. Sarebbe stata una prevaricazione sostituirsi alla magistratura così come sarebbe stato innaturale e contro ogni logica non costituirsi per la difesa della legge o ancora più rilevante, la difesa dell'intera legislatura. Ritiene doveroso ancora stigmatizzare il tentativo di qualcuno di voler costruire una falsa polemica circa la presunta volontà da parte della Giunta di aver voluto sponsorizzare in qualche modo uno dei due consiglieri che erano in bilico per cedere il posto alla Ferro. Detto ciò, si dichiara soddisfatto dell'ingresso in Consiglio della stessa Wanda Ferro e rinnega fortemente l'idea avanzata da chi era intervenuto precedentemente in ordine all'esistenza di possibili trasversalismi politici avvenuti in Aula ne per il passato e ne per il futuro, ritiene invece utile la partecipazione e la collaborazione di tutti per poter affrontare al meglio le problematiche calabresi, sempre, comunque, nel pieno rispetto delle autonomie di tutti. La presenza di Ferro faciliterà proprio questo processo. Ricorda ancora che proprio tra i primi atti compiuti da Oliverio è stato quello di garantire la parità di genere proprio in seno alla Giunta regionale.)

Il Presidente pone ai voti la proposta:

Il Consiglio approva

Interviene il consigliere PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (stante i rilievi di ordine tecnico da parte degli uffici competenti, annuncia il voto di astensione)

Interviene il consigliere SCALZO Antonio (Partito Democratico) (ritiene assolutamente necessario esprimere voto a favore, stante il carattere di urgenza e di opportunità che la proposta riveste).

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (condivide le argomentazioni addotte dal consigliere Scalzo. La legge, dichiara, intende stabilire i servizi di accesso alle attività scolastiche in sicurezza attraverso forme di prevenzione a tutela dei cittadini).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto)(esprime il proprio favore ed apprezzamento per l'iniziativa che ha a cuore la tutela della salute dei cittadini e che, contestualmente, fa proprie le istanze e le preoccupazioni di molti).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 approvato
art. 2 approvato
art. 3 approvato

La proposta nel suo complesso:

Il Consiglio approva (viene autorizzato il coordinamento formale).

Interviene il prof. Antonio Viscomi, Vicepresidente della Giunta

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente)(ringrazia coloro i quali hanno partecipato e condiviso il progetto primo fra tutti l'assessore Rossi che ha contribuito al perfezionamento ed al miglioramento del portato normativo. La proposta si prefigge di destagionalizzare il turismo. Le finalità di cui all'art. 1 della proposta stanno ad indicare un nuovo percorso ed un nuovo modo di fare turismo nel rispetto dell'ambiente e della tutela delle ricchezze proprie del territorio).

Interviene il consigliere PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente)(chiede al dipartimento bilancio se esistano nuovi oneri a carico del bilancio, la risposta è necessaria per dissipare ogni dubbio sulla destinazione delle risorse della Regione).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (manifesta forti dubbi sulla bontà della proposta e sulla sua ricaduta sul territorio regionale. Ritiene la proposta inutile ed inopportuna per la tempistica e per gli effetti, praticamente nulli, che determinerà. Critica l'assenza di un piano turistico di portata più ampia e generale).

Interviene il consigliere NUCERA Giovanni (La Sinistra) (annuncia il voto a favore poichè, visto l'art. 6 sull'invarianza della spesa, non reputa giudizioso negare la possibilità che privati possano investire nel settore)

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto)(nel ricordare che in sede di esitazione del parere in Commisione bilancio ha dato il suo voto favorevole perchè in presenza di una proposta di tipo ordinamentale, concorda con quanto espresso dal consigliere Tallini in merito alla necessità di intervenire su un tessuto sociale decadente ed in forte difficoltà).

Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (ritiene la proposta un passo in avanti rispetto ai vecchi standard di sviluppo. La proposta può essere considerata visionaria e guarda ad un nuovo modo di pensare al turismo ed agli investimenti nel settore. Non ci si può trincerare dietro falsi dogmi e congiunture. Bisogna fare il possibile, dichiara, per rendere competitiva la Calabria).

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (ritiene condivisibili le varie posizioni, condivide i dubbi manifestati dal consigliere Pasqua e la conseguente necessaria garanzia da parte del dipartimento bilancio sulla invarianza della spesa. Subordina il voto a favore ai chiarimenti da parte dell'esecutivo anche in relazione agli incentivi premiali previsti dalla proposta).

Interviene il consigliere SERGIO Franco (Oliverio Presidente) (preliminarmente augura buon lavoro alla consigliere Ferro, relativamente alla proposta in discussione ritiene sia necessario pervenire alla sua approvazione per consentire nuove modalità di sviluppo e nuove strategie attrattive)

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (pur condividendo la finalità della proposta, chiede ulteriori chiarimenti in merito ai dubbi affiorati dai vari interventi. Propone il rinvio per ulteriori approfondimenti)

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia)(in presenza di problematiche di ordine sociale impellenti e generalizzate, ritiene l'iniziativa inopportuna. Contesta il merito, ma soprattutto il metodo utilizzato nell'affrontare tematiche importanti che meriterebbero un maggiore coinvolgimento e che, soprattutto, andrebbero inserite in un ambito di interventi piu ampio).

Interviene il Presidente della Giunta, On.le Mario OLIVERIO (la proposta è a costo zero, fatta questa premessa, dichiara, non è pensabile che la condizione economico-sociale, sepur grave, rappresenti sempre una zavorra per qualsiasi tentativodiverso dai sussidi. E' pericoloso, dichiara, lanciare messaggi disfattisti e populistici poichè la proposta nulla toglie agli altri ambiti di intervento, è uno strumento volto agli investitori che intendessero rivolgersi ad una nicchia che è interessata al golf e che, tralaltro, si sta allargando. Ritiene necessario espungere l'art. 5 della proposta e modificare l'art. 1, per evitare interpretazioni fuorvianti e richiamare la normativa comunitaria, seppur pleonastico).

Il Presidente pone ai voti la proposta di rinvio avanzata dal consigliere CANNIZZARO.

Il Consiglio respinge.

 

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà).

sulla proposta di rinvio interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto)(vorrebbe, dichiara, comprendere la genesi della proposta, comprendere se sia stato frutto di una ricerca sui flussi turistici o, piottosto, non sia scaturita da interessi di natura personalistica. Denuncia il dilettantismo con cui ci si approccia ad affrontare ambiti di intervento quali il turismo)

 

Interviene il consigliere GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (ribadisce che le finalità della legge sono soltanto quelle chiaramente espresse nell'articolato, non esistono secondi fini che non siano quelli di un tentativo di sviluppo delle attività riconducibili strettamente al turismo ed all'indotto)

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto)

Interviene il consigliere FERRO Wanda (Misto) (pur non entrando, comprensibimente, nel merito della proposta, ritiene accoglibile la richiesta di approfondimento per conoscere chi siano gli interlocutori e gli studi effettuati per rendere la proposta condivisa).

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (dà lettura di uno stralcio della relazione di accompagnamento alla proposta, chiede delucidazioni).

Il Presidente chiama i Presidenti dei Gruppi consiliari al banco della Presidenza.

Interviene il Presidente della Giunta, On.le Mario Oliverio (chiede alla Presidenza del Consiglio che si pronunci formalmente, previa consultazione degli uffici competenti, su eventuali oneri a carico della Regione).

Interviene il Presidente del Consiglio regionale, On.le Nicola IRTO che sospende la seduta.

La seduta è sospesa.

La seduta riprende

Interviene il Presidente pone ai voti la proposta di rinvio.

Il Consiglio respinge.

Il Presidente chiarisce che dalla verifica effettuata non risultano esserci oneri a carico della Regione e pone ai voti i singoli articoli ed i relativi emendamenti:

emendamento all'art. 1 comma 1 (prot.8145) accolto
emendamento all'art. 1 comma 2 (prot.7960) accolto
Interviene il consigliere ORSOMARSO (annuncia, da ora in poi, l'astensione dal voto)emendamento all'art. 1 comma 3 (prot.8145/1) accolto
emendamento all'art. 1 comma 4 (prot.8181) accolto
emendamento all'art. 1 comma 3 (presentato da OLIVERIO) accolto
art. 1, per come emendato, approvato
emendamento all'art. 2 comma 1 (prot.8181/1) accolto
emendamento all'art. 2 comma 2 (prot.8145/2) accolto
emendamento all'art. 2 comma 4 (prot.8145/3) accolto
emendamento all'art. 2 comma 5 (prot.8145/4) accolto
art. 2, per come emendato, approvato
emendamento all'art. 3 comma 1 (prot.7960/1) accolto
emendamento all'art. 3 comma 2 (prot.8181/2)

Interviene il consigliere TALLINI (chiede la verifica del numero legale)
Si procede alla verifica del numero legale

Il Presidente, verificata l'assenza del numero legale, dichiara chiusa la seduta.

 

La seduta è tolta