CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 31 del 21/12/2016 - Diretta testuale e streaming


 

DIRETTA DALL'AULA - 31^ SEDUTA

di mercoledì 21 dicembre 2016

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

  

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura, l'approvazione del verbale della seduta precedente e con le comunicazioni.

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (chiede l'inserimento all'ordine del giorno della Proposta di Legge n. 104 recante: "Istituzione della Riserva Naturale Regionale delle Valli Cupe").

Il Presidente pone ai voti l'inserimento.

Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno).

Il Presidente pone ai voti l'inserimento.

Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere SERGIO Franco (Oliverio Presidente) (chiede l'inserimento dell'Ordine del Giorno già inserito nella seduta del 19 dicembre u. s., ma non trattato, recante "In merito alla situazione dei lavoratori di cui alla L.R. n. 15/2008").

Il Presidente pone ai voti l'inserimento.

Il Consiglio approva.

Il Presidente pone ai voti la riorganizzazione dell'ordine del giorno.

Il Consiglio approva.

Il Presidente inserisce il primo punto:

PL n. 104 " Istituzione della Riserva Naturale Regionale delle Valli Cupe "

Relaziona il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (ringrazia i consiglieri per la sensibilità dimostrata e per il consenso accordato all'unanimità durante tutte le fasi propedeutiche all'approvazione della legge. L'iniziativa, avviata da un gruppo di giovani, rappresenta una forma di valorizzazione del territorio, ma potrà rappresentare una fonte produttiva notevole)

Interviene il vicepresidente della Giunta regionale, prof. Antonio Viscomi.

Il Presidente pone ai voti l'articolato:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato
art. 11 - approvato
art. 12 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva.

(Viene autorizzato il coordinamento formale)

Interviene il prof. Antonio VISCOMI, Assessore al Bilancio (la proposta rientra in un'azione più generale di armonizzazione dei Bilanci, in ottemperanza al decreto legislativo 118/11 ed alla normativa vigente in materia).

Il Presidente pone ai voti la proposta.

Il Consiglio approva.

Il Presidente inserisce il terzo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.148/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Approvazione del Piano Coesione (PAC) 2014-2020 della Regione Calabria. '  
Relaziona sul punto il Presidente della 2^ Commisione consiliare, consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico) (le risorse del programma, dichiara, nascono dalla scelta di riduzione del tasso di cofinanziamento delle regioni in ritardo sulla spesa dei fondi per l'allocamento ai territori attraverso uno strumento specifico di 832 milioni di euro. Degli 832 milioni: 263 milioni coprono interventi del vecchio PAC definanziati precedentemente dal Governo; 168 milioni riguardano i completamenti opere inferiori ai 5 milioni che avrebbero dovuto essere completati entro marzo 2015; 60 milioni per il completamento delle opere infrastrutturali stradali espunti dal programma precedente; la parte residua è quella prevista nel PAC all'approvazione dell'odierna seduta).

Interviene il prof. AntonioVISCOMI

Il Presidente pone ai voti il provvedimento.

Il Consiglio approva.

Il Presidente inserisce il quarto punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.150/10^ di iniziativa dell'Ufficio di Presidenza. recante: ' Bilancio di previsione del Consiglio regionale per gli esercizi 2017-2019. '  

Relaziona sul punto il consigliere NERI Giuseppe (Democratici Progressisti) (comunica che il Collegio dei Revisori dei Conti ha esistato parere favorevole).

Interviene il prof. Antonio VISCOMI

Il Presidente pone ai voti il Provvedimento:

il Consiglio approva.

Interviene il prof. Antonio VISCOMI, Assessore al Bilancio (i debiti di cui alla proposta in discussione scaturiscono da sentenze esecutive. L'amministrazione è tenuta, in ottemperanza alla normativa vigente, al loro riconoscimento, contestualmente, intende fare propri i rilievi mossi dal Collegio dei Revisori dei Conti sulla necessità di mettere in atto una serie di azioni atte all'individuazione delle responsabilità soggettive che hanno determinato i debiti)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva.

(Viene autorizzato il coordinamento formale)

Interviene il prof. Antonio VISCOMI, Assessore al Bilancio (relaziona sui provvedimenti 194/10^, 195/10^ e 196/10^. L'attività del governo regionale, dichiara, è volta a determinare un'inversione di tendenza ed a mettere in campo azioni e percorsi virtuosi per far uscire la Calabria dalla gestione straordinaria, pervenire, cioè alla normalizzazione. La parte 2^ del documento riguarda l'attuazione delle politiche regionali - molto è stato fatto, dichiara, significativa è l'approvazione del Piano dei trasporti e dei Piano dei rifiuti. Il Problema della finanza regionale - 3^ parte del documento - è la parte, dichiara, che più ha impegnato la Giunta che, partendo dai richiami della Corte dei Conti, ha inteso mettere in campo percorsi virtuosi che interessano la gestione degli organismi di controllo, degli Enti sub regionali e strumentali, della gestione dei beni di proprietà della Regione. Richiama l'attenzione sugli enti di Area vasta ed il riassetto del tessuto amministrativo regionale. Andrebbe prevista, prosegue, una forma amministrativa più articolata ed efficace. Una parte rilevante del provvedimento riguarda la modifica alla struttura amministrativa di Calabria Verde ed all'adeguamento dei compensi accessori nel rispetto della spendig review).

Il Presidente pone ai voti il Provvedimento.

Il Consiglio approva.

Il Presidente pone ai voti l'articolato:

art. 1 - approvato
emendamento all'art. 1 bis prot. 51621 il consigliere ROMEO illustra l'emendamento - accolto
art. 1 bis per come emendato - approvato
art. 1 ter - approvato
art. 2 - approvato
emenendamento all'art. 3 prot. 51599 il consigliere ROMEO illustra l'emendamento - accolto
art. 3 per come emendato - approvato
emendamento prot. 51599/1 -
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
emendamento all'art. 9 prot. 51553 - ritirato
art. 9 - approvato
emendamento all'art. 10 - accolto
art. 10 per come emendato - approvato
art. 11 - approvato
art. 12 - approvato
art. 13 - approvato
art. 14 - approvato
art. 15 - approvato
art. 16 - approvato
art. 17 - approvato
art. 18 - approvato
art. 19 - approvato
art. 20 - approvato
art. 21 - approvato
art. 22 - approvato
art. 23 - approvato
art. 24 - approvato
art. 25 - approvato
art. 26 - approvato
art. 27 - approvato
art. 28 - approvato
emendamento prot. 51337 il consiliere GIUDICEANDREA illustra l'emendamento - accolto
emendamento prot. 51851 (sostitutivo dell'emendamento prot. 51622, a firma Romeo) il consigliere ROMEO illustra l'emendamento - accolto
art. 29 - approvato
art. 30 - approvato
art. 31 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva.

(Viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce l'ottavo punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n. 195/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Legge di stabilità regionale 2017 '  
Relaziona sul punto il consigliere AIETA Giuseppe (Partito Democratico)

Interviene il consigliere GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (ritiene importante sviscerare una serie di questioni, apparentemente non coerenti col provvedimento in discussione. Ritiene debba essere assolutamente improcrastinabile l'uscita dal commissariamento della sanità, poichè tutti i commissariamenti registrati in Calabria hanno rappresentato un vulnus, dichiara, un modo per garantire, da parte dei governi che si sono succeduti, l'allocazione di risorse destinate alla Calabria e ad altre regioni. Serve, afferma, una nuova stagione dedicata alla riforma strutturale della regione. Abbiamo assistito ad uno snaturamento degli enti strumentali ed al mancato reale impulso produttivo che gli stessi avrebbero dovuto garantire. Pone l'accento sul fallimento di Sorical e sulla necessità di pervenire all'istituzione di un unico grande ente regionale che si occupi di agricoltura. Un percorso di tale portata, afferma, dovrà scaturire dal grande senso di responsabilità di tutti, maggioranza ed opposizione. La Calabria, conclude, rischia di morire di ordinaria amministrazione).

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (motiva il proprio voto contrario al bilancio che trova le motivazioni in parte nelle ragioni espresse dal consigliere Guccione. Il governo regionale, dichiara, dovrebbe uscire dalla fase degli annunci e pervenire alla messa in campo di azioni concrete. Concorda sulla necessità di aprire un percorso nuovo di collaborazione, ma è importante capire quali forze debbano essere messe in campo, fuori ed al di sopra della cultura dell'inciucio).

Interviene il consigliere NUCERA Giovanni (La Sinistra) (ci troviamo di fronte a responsabilità diverse, dichiara, la responsabilità del governo regionale di oggi, sulla sanità, non può essere paragonata a quella del governo precedente. Ricorda tutti i grandi interventi legislativi che hanno portato alla dotatazione del piano dei rifiuti, del piano dei trasporti, alla riduzione dei compensi per gli amministratori degli enti sub regionali. E' stato fatto, conclude, quanto possibile fino ad oggi).

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (è inopportuno l'esercizio di accuse agli amministratori del passato nel mentre non vi è un'assunzione di responsabilità per quanto poteva essere fatto e non è stato fatto. Chiede al Consiglio di pervenire all'approvazione di una mozione che porti alle dimissioni del ministro al lavoro Poletti per l'infelice espressione usata nei confronti dei giovani. Il suo, afferma, è un richiamo alla responsabilità politica che porti ad un cambiamento di rotta rispetto alle logiche di lottitazione che hanno determinato l'immobilismo in molte delle amministrazioni governate dalla sinistra, Reggio Calabria in testa).

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (sembra di assistere ad una conversazione tra alieni, dichiara, sfugge quanto affermato dall'assessore Viscomi, di come non sia il bilancio l'elemento propulsore dell'economia, ma delle altre fonti di finanziamento. Chiede all'assessore Viscomi, per rispondere a facili accuse, di pervenire all'azione verità e rendere pubblica la situazione debitoria della Regione. Andrebbe avviata una vertenza forte e coraggiosa con UE per impedire che, a causa del blocco delle risorse, venga limitata o frustrata l'azione di governo).

(Presidenza del Segretario Questore Giuseppe NERI)
Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (il bilancio, obiettivamente, considerate le scarse risorse libere, non lascia grandi margini di manovra. Avrebbero dovuto essere fatte, dichiara, scelte coraggiose e, per questo, condivise con la minoranza. Il Bilancio non tiene conto delle fasce deboli, il riconoscimento del salario minimo avrebbe potuto rappresentare un segno. Andrebbe recuperato un rapporto costruttivo e collaborativo tra l'esecutivo ed il Consiglio. Con molta superficialità viene esautorato il ruolo del consigliere. Pone l'accento sulla gestione fallimentare della sanità. In attesa della revoca dell'incarico al commissario Scura, non si può rimanere inerti. Auspica maggiore sinergia tra maggioranza e minoranza per un cambiamento radicale, in assenza del quale, non potrà esserci futuro per l'amministrazione odierna e per quelle successive).

(Presidenza del Presidente Nicola IRTO)
Interviene il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (è palese, dichiara, la necessità di riformare gli assetti istituzionali, percorso, peraltro, già intrapreso. Non si può sottacere sulla maggiore capacità di attrazione di risorse della Calabria e sugli strumenti messi in atto per consentire l'utilizzo delle stesse.)

Interviene il consigliere CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (considera le azioni messe in campo non sufficienti alla soluzione dei problemi che attanagliano i calabresi)

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (Gli interventi sin qui registrati, dichiara, stimolano ad una serie di riflessioni. Il Consiglio ha recitato un ruolo decisivo in quelle che sono le scelte oggi addebitate unicamente al governo regionale. Due ritiene siano stati gli errori che hanno indebolito il ruolo del Consiglio: 1) cercare di gestire l'opposizione attraverso un'azione di ingerenza dirompente; 2) la modifica allo Statuto che dà mano libera alla nomina degli assessori esterni. Non condivide le critiche irresponsabili mosse al governo Scopelliti. Mette in risalto la schizzofrenia di giudizio, da parte della maggioranza, sul commissariamento in generale e su quello della sanità in particolare. Elenca una serie di azioni messe in campo nella precedente legislatura la cui bontà andrebbe riconosciuta. Concorda sulle proposte scaturite dall'intervento del consigliere Guccione che ritiene debbano essere prioritariamente accolti dal presidente Oliverio).

Interviene il Presidente della Giunta regionale, On.le Mario Oliverio (prioritariamente rivolge un ringraziamento e riconoscimento all'assessore Viscomi per il lavoro sin qui svolto. Analogamente rivolge un ringraziamento alla Commissione Bilancio ed al suo presidete Aieta e Vicepresidente Orsomarso; all'opposizione ed al dipartimento bilancio della Giunta regionale, diretto dal dott. De Cello, per la perizia e fermezza dimostrate nell'azione di controllo dei bilanci e nella rendicontazione anche a seguito dei rilievi mossi dalla Corte dei Conti. Nel merito, dichiara, le risorse libere sono esigue, ma la programmazione economica è possibile grazie alle risorse reperibili da fonti diverse. Si entra, da questo momento, in una fase operativa, ma sono già riscontrabili timidi segnali di ripresa che segnano un'inversione di tendenza. Le risorse disponibili dovranno essere mirate e la loro utilizzazione accelerata. Ricorda lo storico finanziamento per le infrastrutture, oggetto della delibera Cipe, ed i risultati tangibili ottenuti nell'alta velocità per il collegamento anche della provincia di Crotone. Ricorda, relativamente alla situazione aeroportuale di Reggio Calabria, il deficit di gestione ereditato dalle precedenti amministrazioni e gli interventi messi in campo per consentire il mantenimento del servizio. Le risorse, nel futuro imminente, continua, dovranno essere utilizzate per risolvere un preblema annoso qual è quello della povertà. Concorda col consigliere Guccione sulla necessità di riaprire il dibattito sul regionalismo, partendo dal basso, considerato che a seguito della bocciatura della proposta di riforma costituzionale, il rischio di centralismo è alto. Relativamente alla gestione della sanità, sui cui disastri ritiene inutile soffermarsi, fa presente che il documento di stabilità, in fase di approvazione, rimuove la incompatibilità tra la figura commissariale e la carica di presidente della Regione. Chiede al parlamentare all'on.le Occhiuto, relativamente ad alcune dichiarazioni fatte dallo stesso, in merito alle gravi accuse mosse da un imprenditore nei suoi confronti, di interrogare il Ministro di Giustizia per mettere in luce la verità sulla vicenda. Il momento è cruciale, conclude, e tutti gli attori istituzionali devono giocare un ruolo costruttivo per il bene della Calabria).

Il Presidente pone ai voti l'articolato:

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato
art. 11 - approvato
art. 12 - approvato
art. 13 - approvato
emendamento all'art. 14 prot. 51620 - ritirato
art. 14 - approvato
art. 15 - approvato
emendamento all'art. 16 prot. 51572 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51573 intervengono: il consigliere NICOLÒ (illustra l'emendamento), l'assessore VISCOMI (comunica il parere negativo su tutti gli emendamenti a firma Nicolò), il relatore AIETA (dichiara che tutti gli emendamenti sono inamissibili in quanto assente l'individuazione delle risorse finanziarie) - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51575 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51576 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51577 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51578 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51580 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51581 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51582 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51583 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51584 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51585 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51587 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51588 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51589 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51591 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51592 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51593 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51594 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51595 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51597 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51598 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51598 il consigliere NICOLÒ illustra l'emendamento - respinto
emendamento all'art. 16 prot. 51948 il consigliere ROMEO illustra l'emendamento - accolto
art. 16 per come emendato - approvato
art. 16 bis - approvato
emendamento prot. 51546 il consigliere GIUDICEANDREA illustra l'emendamento - ritirato
emendamento prot. 51948/1 - accolto
emendamento all'art. 17 prot. 51397 intervengono il consigliere ESPOSITO (illustra l'emendamento), l'assessore VISCOMI (comunica che la fonte indicata non è adeguata) - respinto
emendamento all'art. 17 prot. 51398 il consigliere ESPOSITO illustra l'emendamento e ne chiede la votazione per appello nominale
Si procede con la votazione. Il Presidente comunica l'esito della votazione:
presenti e votanti: 23
hanno risposto NO: 18
hanno risposto SI: 5
emendamento respinto
emendamento all'art. 17 prot. 51599 - ritirato
emendamento prot. 51948/2 - accolto
art. 17 per come emendato - approvato
art. 18 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Per dichiarazione di voto, interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (annuncia voto contrario)

 Interviene il consigliere ROMEO (ringrazia coloro i quali hanno contribuito alla stesura del provvedimento che ritiene essere strategico. Non condivide le critiche mosse in maniera indifferenziata e bislacca addebitando all'azione di governo finanche la sconfitta referendaria. L'approvazione del bilancio nei tempi previsti e l'approvazione del piano dei rifiuti e del piano dei trasporti, dichiara, sono la prova provata di efficienza e concretezza).

Interviene il consigliere NICOLÒ Alessandro (Forza Italia)

Il Consiglio approva.

(Viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno

Proposta di Legge n. 196/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Bilancio di previsione finanziario della Regione Calabria per gli anni 2017 - 2019 '  

Il Presidente pone ai voti il provvedimento

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato
art. 9 - approvato
art. 10 - approvato
art. 11 - approvato
art. 12 - approvato
art. 13 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva.

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (ringrazia coloro i quali hanno partecipato fattivamente alla stesura della proposta e consentito la sua approvazione all'unanimità).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (ritiene necessaria l'approvazione del provvedimento che darà ai calabresi la possibilità di investire nell'edilizia non potendolo fare attraverso gli strumenti ordinari)

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

emendamento interamente sostitutivo dell'art. 1 prot. 51951 - accolto
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva.

(viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno

PL n. 139 " Legge 194/1978. Norme per la corretta applicazione sul territorio regionale "

Relaziona sul punto il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (annuncia il ritiro degli emendamenti precedentemente presentati che saranno sostituiti da due emendamenti a firma Giudiceandrea, Mirabello, Ciconte, Scalzo, che illustra)

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (gli emendamenti , dichiara, superano i presupposti di discriminazione tra i medici obiettori ed i non obiettori, ma rimane il dubbio sulla utilità della proposta in presenza di una norma statale assolutamente puntuale inequivocabile. Annuncia voto a favore seppur con qualche riserva).

Interviene il consigliere MANGIALAVORI Giuseppe Tommaso Vincenzo (Casa delle libertà) (annuncia voto contrario. Ritiene la proposta inutile e ripetitiva. Il portato della norma è già riscontrabile nella legge 194/78 e, ove il problema fosse riconducibile a forme di lassismo o strumentalismi, sarebbe sufficiente l'emissione di una circolare da parte delle autorità competenti).

Interviene il consigliere SCALZO Antonio (Partito Democratico) (invita l'Aula ad esprimere voto a favore ed il consigliere Mangialavori a dare una lettura diversa al portato della norma che ritiene necessaria per quello che rappresenta e per l'attenzione che richiama su un diritto delle donne molte volte negato)

Interviene il consigliere CICONTE Vincenzo Antonio (Partito Democratico) (la legge vuole mettere a fuoco una realtà, purtroppo riscontrabile in parte del territorio regionale, che inibisce, di fatto, l'applicazione della legge 194/78. La circolare potrebbe essere sufficiente, ma la legge, per il suo maggiore grado di imposizione, è più efficace).

Il Presidente pone ai voti gli articoli:

emendamento sostitutivo dell'art. 1 prot. 51955 per dichiarazione di voto, intervengono i consiglieri MANGIALAVORI (ribadisce voto contrario), MIRABELLO (annuncia voto favorevole del gruppo PD), ESPOSITO - accolto
emendamento sostitutivo dell'art. 2 prot. 51956 - accolto
art. 3 - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva.

(viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce l'Ordine del Giorno richiesto dal consigliere Sergio:

"In merito alla situazione dei lavoratori di cui alla L.R. n. 15/2008"

Il consigliere SERGIO Franco (Oliverio Presidente) illustra l'Ordine del Giorno.

Il Presidente pone ai voti l'Ordine del Giorno.

Il Consiglio approva.

Il Presidente pone ai voti l'inserimento della Mozione presentata dal consigliere CICONTE, che impegna il Presidente della Giunta regionale a voler assumere tutte le iniziative tese a sospendere scelte strategiche nelle attività della struttura commissariale sino alle nuove determinazioni del Consiglio dei Ministri.

Il Consiglio approva.

Il consigliere CICONTE Vincenzo Antonio (Partito Democratico) illustra la Mozione.

Interviene il consigliere ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (condivide interamente la mozione)

Interviene il consigliere ORSOMARSO Fausto (Misto) (manifesta il proprio assenso e sostegno pieno discendente dal convincimento dell'inutilità del commissariamento, manifestato in più occasioni, e della riconosciuta eccellenza delle attività del Sant'Anna Hospital).

Interviene il consigliere TALLINI Domenico (Misto) (annuncia voto favorevole, ritiene ingiustificabile la penalizzazione di strutture che garantiscono prestazioni di eccellenza. Augura che la scelta della guida della sanità possa ricadere sulla persona del presidente Oliverio che, ove lo ritenesse, facendosi garante del rispetto del ruolo delle opposizioni, potrebbe usufruire della collaborazione di tutti per una gestione responsabile della sanità).

,

Il Presidente pone ai voti la mozione

Il Consiglio approva

Il Presidente inserisce il punto all'ordine del giorno

Legge regionale n. 39/1995 -Nomine di competenza del Consiglio regionale

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) (chiede il rinvio del punto).

Trattazione rinviata.

,

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta