CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 27 del 25/10/2016 - Diretta testuale e streaming



DIRETTA DALL'AULA - 27^ SEDUTA

di martedì 25 ottobre 2016

Presidenza del Presidente Nicola IRTO

 

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazione, senza osservazioni, del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula.

Il Presidente inserisce il primo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.133/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Piano regionale dei trasporti. Adozione della proposta definitiva di piano. '  

Comunica che, relativamente al punto inserito, non seguirà la votazione poichè trattasi del secondo passaggio in Aula dei tre previsti, dedicato integralmente alla discussione.

Il relatore BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) svolge la relazione.

Interviene l'assessore al Sistema della logistica, sistema portuale regionale e "sistema Gioia Tauro" della regione Calabria, prof. Francesco Russo (ritenuto opportuno un percorso sistematico, relaziona sulle fasi sin qui seguite e sulle modifiche apportate, tenuto conto di una serie di osservazioni. Si è provveduto, dichiara, ad apportare alcune specificazioni sulle azioni relative agli interventi, specificazioni nel dettaglio con le ricognizioni delle risorse necessarie per ciascuna delle azioni e del relativo costo. Una ulteriore specificazione riuguarda la metodologia usata per far sì che le varie azioni "si parlino" e che tutto venga ricondotto a sistema. Un notevole lavoro ed uno spazio particolare, inoltre, dichiara, è stato dedicato alle attività portuali. La politica portuale, attraverso un'azione specifica, già avviata, dovrà avvenire, però, attraverso un'azione altamente sostenibile non a scapito delle coste e del territorio. Sottolinea la necessità di effettuare un salto di qualità prevedendo spese finalizzate che garantiscano i moltiplicatori economici, l'ottimizzazione delle risorse può avvenire, ribadisce, solo attraverso l'approvazione e l'esecuzione di un piano democratico e trasparente. Dunque unitamente alla programmazione, accessibilità esterna, accessibilità interna è da considerarsi strategica la sostenibilità della spesa).

Intervengono i consiglieri:
- GRAZIANO Giuseppe (Casa delle libertà) (esprime apprezzamento per la soluzione delle criticità riscontrate durante la prima fase di discussione e sull'accoglimento dei rilievi mossi. Puntualizza sulla necessità di attribuire alla Sibaritide, all'interno del Piano, anche dal punto di vista lessicale il giusto riconoscimento).

- SERGIO Franco (Oliverio Presidente) (esprime apprezzamento per il merito e per il certosino lavoro svolto. Richiama l'attenzione sul ruolo strategico delle infrastrutture del sistema dei trasporti. Stigmatizza le persistenti voci sui costi esosi per la messa in campo di azioni finalizzate al superamento dell'isolamento cui è costretta la Calabria che apparirebbero strumentali. Richiama l'attenzione su tutta una serie di interventi necessari che spera possano essere messi in atto).

- ORSOMARSO Fausto (Misto) (ritiene inopportuno soffermarsi su tecnicismi, ma, da una valutazione puramente politica, registra un po' di fumosità e l'assenza di chiarezza sulle cose da farsi e sulle emergenze da affrontare. Chiede chiarezza, ad esempio, sulla fattibilità dell'aeroporto della Sibaritide e su tutto ciò che sia di facile attuazione o impossibile da realizzarsi. Dà la propria disponibilità ad affrontare battaglie comuni per la realizazzione di progetti concreti e credibili per il bene della Calabria).

- GUCCIONE Carlo (Partito Democratico) (si riserva di proporre una serie di emendamenti solo in fase di approvazione definitiva del piano e dopo la valutazione ambientale strategica - VAS. Alcuni emendamenti riguarderanno il completamento della A3 per il quale non si parla di completamento, ma di manutenzione).

Intervengono il Presidente e l'assessore Francesco Russo (risponde positivamente al percorso indicato dal consigliere Guccione relativamente all'iter che seguirà il Piano per la sua approvazione).

Continua il dibattito con gli interventi dei consiglieri:
- CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (evidenzia alcune, secondo la sua valutazione, incongruenze tra alcune azioni previste dal piano che andrebbero in contrasto con la normativa vigente. Critica la totale assenza di riferimenti ad interventi sul sistema dei trasporti dell'area jonica e sulle vicende che riguardano la gestione del Porto di Gioia Tauro, manca, inoltre, sostiene, il riferimento alla città metropolitana di Reggio Calabria. Concorda sulla possibilità di dotare la Sibaritide di un aeroporto, ma ritiene assolutamente necessario pensare, intanto, a salvare e dare le giuste garanzie di sussistenza a quelli esistenti).

- AIETA Giuseppe (Partito Democratico) (la Calabria finalmente, dichiara, verrà dotata di un piano veramente chiaro e leggibile che individua un percorso da seguire. Concorda sulla necessità di previsione di una realtà aeroportuale per la sibaritide, pone l'accento e concorda sulla necessità di prevedere più posti barca e un maggiore sviluppo del sistema portuale, strategico per la Calabria. Il percorso intrapreso rappresenta una svolta epocale e va sostenuta, ribadisce).

- NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (la seduta di oggi è intorlocutoria e la volontà dell'opposizione è quella di contribuire alla costruzione di un piano che tenga conto delle esigenze di sviluppo della Calabria. Si sofferma sulla portualità e sull'aeroportualità e sulla necessità di regolamentazione. Bisogna, inoltre, tenere in debito conto l'istituita città metropolitana di Reggio Calabria, dichiara. E' importante, a questo punto, che la Giunta accolga le istanze scaturite dall'odierna discussione).

- BOVA Arturo (Democratici Progressisti) (condivide il percorso previsto e messo in atto e che porterà all'approvazione di un piano che non può considerarsi scollegato e scevro da presupposti di natura politica. Non ritiene condivisibile le critiche mosse dal consigliere Cannizzaro quando ritiene inopportune i riferimenti alla trasparenza, alla legalità ai percorsi di formazione. Si congratula per la predisposizione del piano, per l'iter seguito e per le finalità che si intende perseguire. Non è condivisibile, dichiara, una critica a prescindere ed un modo di fare politica pernicioso).

- ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (si congratula per il lavoro effettuato e per il percorso seguito, oltre che per la disponibilità dimostrata ad accogliere le critiche e discutere nel merito. Ritiene necessario, però, dare risposte certe sul destino della SS 106 e sul completamento dell' A3. Puntualizza e chiarisce il senso dell'intervento del consigliere Cannizzaro relativamente ai principi di sicurezza e legalità all'interno del piano. Ritiene possibile dotare la Sibaritide di un aeroporto, ma ove non lo fosse, necessario chiarire definitivamente le posizioni).

- SCULCO Flora (Calabria in rete) (ritiene necessario ed opportuno dotare la Calabria di un piano dei trasporti. Riprendendo parzialmente le proposte di dotazione dell'area della sibaritide di un aeroporto, ricorda che quelli esistenti risultano essere di difficile gestione e che, riferendodi all'aeroporto di Crotone, la società di gestione è fallita da tempo, dunque le nuove realtà aeroportuali andrebbero prese in considerazione in un momento successivo, nell'immediato andrebbero attenzionate quelle esistenti e portate a regime).

A conclusione del dibattito, per replica, interviene l'assessore Russo (nulla può prescindere dalla legalità e dalla trasparenza, dichiara. Il Piano poggia su presupposti di legge ed è immediatamente eseguibile, ha la funzione, afferma, di individuare le problematiche e le modalità ed i mezzi per affrontarle e superarle. Richiama e risponde ai quesiti posti su alcune problematiche quali la A3, la SS 106, la città metropolitana, le realtà aeroportuali e portuali. Invita all'approvazione nei tempi previsti, fa presente che il piano nella fase di approvazione definitiva avrà già superato e seguito le procedeure previste ).

Su richiesta del consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico), il Presidente pone ai voti l'inversione dei punti all'ordine del giorno e l'inserimento del settimo punto all'ordine del giorno.

Il Consiglio approva ed il Presidente inserisce il settimo punto:

Proposta di Legge n. 170/10^ di iniziativa del Consigliere S. ROMEO recante: ' Norme per l'utilizzo dei lavoratori socialmente utili, di pubblica utilità ed ex articolo 7 D.Lgs. n. 469/97 nel bacino regionale calabrese '  

Il relatore MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) svolge la relazione.

Interviene il consigliere ROMEO Sebastiano (Partito Democratico) (ringrazia coloro i quali hanno reso possibile pervenire alle determinazioni di cui al progetto di legge. Fa presente che per rendere compatibile la proposta con le esigenze di bilancio è stato presentato un emendamento a sua firma)

Il Presidente pone ai voti la proposta:

emendamento prot. 40992 - accolto
art.1 per come emendato - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva.
(viene autorizzato il coordimenato formale)

Interviene il consigliere SCULCO Flora (Calabria in rete) (chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno prot. 41307 relativo all'inserimento del territorio di Crotone, identificato quale Sistema Locale del lavoro "CROTONE" tra le aree di crisi industriale non complessa).

Interviene il Presidente (chiede l'inserimento dell'Ordine del Giorno prot. 41309 a sostegno della campagna di Nessuno tocchi Caino 2016).

Il Presidente pone ai voti gli inserimenti

Il Consiglio approva.

Il Presidente inserisce il terzo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Legge n.129/10^ di iniziativa del Consigliere M. D'ACRI recante: 'Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 21 agosto 2007, n.18 (Norme in materia di usi civici)'  

Il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) illustra la proposta.

Il Presidente pone ai voti la proposta:

emendamento prot. 40927, il consigliere Bevacqua illustra l'emendamento - accolto
art. 1 per come emendato - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva.
(viene autorizzato il coordimenato formale)

Il Presidente inserisce il secondo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Legge n.165/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Modifiche alla legge regionale 10 febbraio 2011, n. 1 (Istituzione Enoteca regionale 'Casa dei vini in Calabria'). '  

Interviene il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (esprime dubbi sull'introduzione del comitato tecnico scientifico).

Il Presidente inserisce il quinto punto all'ordine del giorno:

Proposta di Provvedimento Amministrativo n.135/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' 'Indirizzi regionali per la programmazione e la definizione del dimensionamento della rete scolastica e dell'offerta formativa della Regione Calabria per il quinquennio 2017/2018 - 2022/2023' '  

Il relatore MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) illustra la proposta.

Interviene l'assessore alla Scuola, lavoro, welfare e politiche giovanili della regione Calabria, dott.ssa Federica Roccisano.

Il Presidente pone ai voti gli emendamenti:

emendamento prot. 41039 a firma Mirabello - accolto
emendamento prot. 41041 a firma Mirabello - accolto
emendamento prot. 41040 a firma Mirabello - accolto
emendamento prot. 41038 a firma Mirabello - accolto
emendamento prot. 41042 a firma Mirabello - accolto

Il Presidente pone ai voti la proposta per come emendata.

Il Consiglio approva.
(viene autorizzato il coordinamento formale)

Il Presidente inserisce il sesto punto all'ordine del giorno:

Proposta di Legge n. 148/10^ di iniziativa del Consigliere G. AIETA recante: ' Riconoscimento del ruolo sociale delle società di mutuo soccorso operanti in Calabria'  

Il relatore MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) illustra la proposta.

Il Presidente pone ai voti l'articolato:
art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
emendamento prot. 40985, il consigliere Aieta illustra l'emendamento - accolto
art. 3 per come emendato - approvato
art. 4 - approvato
art. 5 - approvato
art. 6 - approvato
art. 7 - approvato
art. 8 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso per come emendata.

Il Consiglio approva.
(viene autorizzato il coordimenato formale)

Il Presidente inserisce l'ottavo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Legge n. 137/10^ di iniziativa dei Consiglieri D. BATTAGLIA, G. NERI, G. NUCERA, S. ROMEO recante: ' Cambio di denominazione dell'Azienda ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli di Reggio Calabria '  

Il consigliere MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) illustra la proposta.

Intervengono i consiglieri:
- BATTAGLIA Domenico Donato (Partito Democratico),
- ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (conferma il voto a favore già espresso in sede di esitazione del parere in commissione, il cambiamento può essere funzionale a sottolineare gli effetti della legge Del Rio, ma non a modificare i servizi resi),
- CICONTE Vincenzo Antonio (Partito Democratico) (non condivide la modifica della denominazione in quanto non rappresenta un valore aggiunto per la sanità reggina che, come tutta la sanità regionale, dovrebbe funzionare a prescindere)

- CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (critica il tentativo messo in atto, a parer suo, per distrarre, attraverso operazioni propagandistiche e di facciata, dalle problematiche serie che affliggono la sanità).

- NUCERA Giovanni (La Sinistra) (ricorda che il parere espresso dalla Commissione di merito e dalla Commissione per il parere è stato favorevole all'unanimità)
- NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (ritiene necessario lavorare sulla sanità, ma per la soluzione delle problematiche vere, sull'efficacia e l'efficienza del servizio erogato ad un bacino così ampio).

- BATTAGLIA Domenico Donato (Partito Democratico) (manifesta perplessità per il tenore degli interventi, riconduce la discussione al contenuto dell'articolato che, afferma, non ha l'ambizione di risolvere i problemi della sanità, ma, semplicemente, di contestualizzare la denominazione alle modifiche istituzionali intervenute)

- MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico)

Il Presidente pone ai voti la proposta di rinvio del consigliere Cannizzaro.
Il Consiglio non approva.

Il Presidente pone ai voti la proposta in esame.

Per dichiarazione di voto, intervengono i consiglieri: NICOLÒ Alessandro (Forza Italia), CICONTE Vincenzo Antonio (Partito Democratico) (annuncia voto contrario), CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà).

art. 1 - approvato
art. 2 - approvato
art. 3 - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva.
(viene autorizzato il coordimenato formale)

Il Presidente inserisce l'Ordine del Giorno prot. 41307.

Il consigliere SCULCO Flora (Calabria in rete) illustra l'Ordine del Giorno.

Interviene il Presidente della regione Calabria, Mario Oliverio (è in atto un'istruttoria per la definizione della proposta sulle aree di crisi. Vanno ancora approfonditi, dichiara, alcuni aspetti col Ministro dell'industria, già contattato. Fa presente che Crotone sarebbe stata indicata e inserita tra le aree di crisi, l'unico problema attiene alla classificazione del territorio, verrebbero escluse, ai sensi della normativa vigente, le aree turistiche e agricole. L'incontro col Ministro dovrebbe essere chiarificatore).

Per replica, interviene il consigliere SCULCO Flora (Calabria in rete) (rassicurata dalle parole del Presidente Oliverio, ritira l'Ordine del Giorno).

Interviene il Presidente della Giunta, Mario Oliverio chiede di poter relazionare sulla situazione aeroportuale calabrese.

(relativamente all'aeroporto di Reggio Calabria comunica che la regione ha assunto la quota appartenuta a Messina e deliberato una somma di 905.000 €. La società di fatto è da considerarsi fallita e pertanto si dovrà affrontare la procedura fallimentare. Crotone assunta la curatela fallimentare, e gestione provvisoria nella fase transitoria poichè Ryanair ha chiesto garanzie fino all'interruzione dell'attività aeroportuali.. La chiusura dell'aeroporto di Crotone non sarà definitiva, le risultanze della gara determineranno l'individuazione del soggetto che andrà a gestire l'aeroport, l'auspicio è che il soggetto che si aggiudicherà la gara sia un soggetto unico per tutti gli aeroporti. L'intenzione è quella di ridurre drasticamente la chiusura dell'aeroporto di Crotone e garantire, senza soluzione di continuità, la prosecuzione dell'attività dell'aeroporto di Reggio Calabria)

Il Presidente inserisce, illustra e pone ai voti l'Ordine del Giorno prot. 41309.

Il Consiglio approva.

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta.