CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA
Seduta n. 8 del 16/06/2015 - Diretta testuale


DIRETTA DALL'AULA - 8^ SEDUTA

di martedì 16 giugno 2015

Presidenza del Presidente Antonio SCALZO

  
17:04

Il Presidente dà avvio ai lavori con la lettura e l'approvazzione del verbale della seduta precedente.

Comunicazioni all'Aula.

17:29

Il Presidente inserisce il primo punto all'ordine del giorno:

Proposta di Legge n.26/10^ di iniziativa della Giunta regionale recante: ' Disposizioni urgenti per l'attuazione del processo di riordino delle funzioni a seguito della legge 7 aprile 2014, n. 56 '

Interviene consigliere SERGIO Franco (Oliverio Presidente) (svolge la relazione).

17:38

Interviene il Presidente della Giunta Mario OLIVERIO.

(Il disegno di legge, precisa, reca disposizioni urgenti ed è evidente che l'urgenza possa riferirsi anche al riordino istituzionale in relazione alle funzioni della regione, esso rappresenta un primo passo verso un percorso più ampio ed organico che dovrà vedere coinvolti i comuni e gli enti territoriali, un percorso che dovrà portare ad una necessaria forma di associazionismo per la gestione di servizi fondamentali quali il sistema dei rifiuti, delle risorse idriche e l'utilizzo delle risorse comunitarie.
L'osservatorio regionale, istituito all'inizio delle legislatura, rappresenta un elemento fondamentale per la trasformazione amministrativa della Regione. Alla luce di quanto esposto, invita all'approvazione del provvedimento all'ordine del giorno ed al ritiro degli emendamenti presentati).


17:55

Intervengono i consiglieri:
ORSOMARSO Fausto (Misto) (annuncia voto favorevole nella misura in cui decadano tutti gli emendamenti),

(Presidenza del Vicepresidente Francesco D'Agostino)

17:58

ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra) (concorda sulla posizione del consigliere Orsomarso e annuncia voto favorevole nel caso in cui vengano ritirati gli emendamenti)

18:02

SALERNO Nazzareno (Forza Italia) (annuncia voto favorevole, non si oppone a priori agli emendamenti, ma ritiene opportuno, ove non venissero ritirati, autorizzare il coordinamento formale al fine di evitare impugnative da parte del Governo),

18:06

GRAZIANO Giuseppe (Casa delle libertà) (esprime perplessità in merito all'art. 5 - Disposizioni sul personale in eccedenza),

18:09

MIRABELLO Michelangelo (Partito Democratico) (accoglie, anche a nome degli altri proponenti, la richiesta del Presidente Oliverio relativa al ritiro degli emendamenti nell'ottica di un riordino complessivo delle funzioni, mantenento, però, alta l'atttenzione, nella fase successiva di completamento della rivisitazione amministrativa della Regione, per ciò che ha spinto alla presentazione degli stessi),

18:12

GRECO Orlandino (Oliverio Presidente) (annuncia voto favorevole del gruppo, rivendica pari dignità della Regione, unitamente allo Stato, nella materia di riordino dell'assetto regionale e delle sue funzioni ed auspica un'azione fattiva ed autonoma della Regione in questo ambito).

18:19

Il Presidente pone ai voti l'articolato:
Art. 1 (Disposizioni generali) - approvato
Art. 2 (Trasferimento di specifiche funzioni ed allocazione delle risorse umane, finanziarie e strumentali) - approvato
Art. 3 (Esercizio di specifiche funzioni tramite convenzione) - approvato
Art. 4 (Termine di avvio dell'esercizio delle funzioni da parte degli enti subentranti) - approvato
Art. 5 (Disposizioni sul personale in eccedenza) - approvato
Art. 6 (Risorse utili all'esercizio delle funzioni) - approvato
Art. 7 (Città metropolitana di Reggio Calabria) - approvato
Art. 8 (Norme finanziarie) - approvato

Il Presidente pone ai voti la proposta nel suo complesso.

Il Consiglio approva.

18:21

Il Presidente inserisce il secondo punto all'ordine del giorno:

Immigrazione - DIBATTITO

Interviene l'assessore al Lavoro - formazione - attività produttive e politiche sociali, Carlo GUCCIONE.

(Presidenza del Presidente Antonio Scalzo)

18:38

Intervengono i consiglieri:
NUCERA Giovanni (La Sinistra) (annuncia la presentazione di un progetto di legge sul tema),

18:40

SALERNO Nazzareno (Forza Italia) (soatiene non si possa parlare di accoglienza, ma di emergenza e che la Regione non sia in condizione di gestire oltre, l'intervento dello Stato e dell'europa è indispensabile. Il fenomeno, dichiara, va analizzato alla radice. Annuncia la disponibilità a firmare un documento unitario nella misura in cui vengano messi in risalto questi aspetti),

18:47

GRAZIANO Giuseppe (Casa delle libertà) (trattasi di un problema complesso che non ha soluzioni semplici e che non si risolve con slogan, ribadisce la necessità che il Governo agisca in tempi rapidi e con modalità efficaci mirati a rendere operativi e funzionali i centri di accoglienza e consentire un effettiva integrazione).

18:54

ORSOMARSO Fausto (Misto) (a fronte di politiche confuse da parte del Governo è assolutamente apprezzabile lo sforzo di approvare un documento unico e che vedrà partecipe anche il gruppo Misto)

18:59

CANNIZZARO Francesco (Casa delle libertà) (stigmatizza l'assenza del Presidente Oliverio in Aula. Richiama l'attenzione dell'Aula alla posizione assunta da Francia e Germania rispetto alla chiusura dei rispettivi territori all'ingresso degli immigrati ed alla inefficace azione del Governo. Ritiene necessaria la costituzione di un tavolo di coesione nazionale per fronteggiare l'emergenza, richiama ad un'azione di resistenza ed ad una fermezza realistica),

19:09

SERGIO Franco (Oliverio Presidente) (auspica un intervento incisivo e fattivo da parte del Governo nella gestione dell'emergenza),

19:18

TALLINI Domenico (Misto) (ribadisce la necessità che il fenomeno vada visto dal giusto angolo visuale e che le critiche mosse alle regioni del nord che impediscono l'accesso agli immigrati, alla luce di quanto sta avvenendo, vadano riconsiderate. Comunica che organi di informazione, in questo momento, registrano la presenza di una nave tedesca che scarica sul nostro territorio gli immigrati, a dimostrazione della scarsa considerazione dell'Italia in ambito europeo. Della gravità della situazione prende atto anche la maggioranza del Consiglio regionale calabrese attraverso la presentazione dell'Ordine del Giorno che ritiene utile, ma che deve rappresentare il preludio di un'azione forte, scevra da buonismi e populismi),

19:40

BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) (registra, dagli interventi, una diversità profonda sul concetto di solidarietà e accoglienza. Il concetto di accoglienza, sostiene, è stato svilito della sua essenza da fatti di cronaca come quelli ricondiucibili a "mafia capitale" che vedono nell'accoglianza un business. Manifesta pieno sostegno all'azione di governo ed al suo sforzo di ricondurre l'Europa allo spirito che l'ha originata, vale a dire, all'unione dei popoli, manifesta, altresì, vicinanza agli immigrati),

19:48

NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (ritiene che l'attenzione dei governi nazionali che si sono succeduti nel tempo, nei confronti della nostra regione, è stata sempre residuale, ciononostante la Calabria ha legiferato a favore dell'integrazione degli immigrati che chiedono asilo politico. Critica l'azione di governo che si è rivelata inefficace. Critica l'assenza del presidente della Giunta nonostante l'Aula stesse affrontando una tematica così impportante e propone la calendarizzazione di una ulteriore seduta sull'argomento),

20:00

PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (porta a sintesi alcuni interventi provenienti da maggioranza ed opposizione, che ritiene tutti condivisibili, ognuno dal proprio punto di vista. Sostiene che, in punta di diritto, anche la posizione della Francia potrebbe essere condivisa, ma sicuramente non dal punto di vista umanitario. Non bisogna perdere di vista l'obiettivo principale che è la solidarietà nei confronti dei profughi, sapendo che il governo regionale non perderà di vista l'interesse dei cittadini calabresi),

20:08

ARRUZZOLO Giovanni (Nuovo Centro Destra) (richiama ad una certa serenità e obiettività nell'affrontare una tematica così importante e di non facile soluzione. Ritiene necessario che il documento che sta per essere approvato tenga conto degli interessi degli immigrati e dei calabresi),

20:12

CICONTE Vincenzo Antonio (Vicepresidente della Giunta) (ritiene il problema di portata mondiale ed epocale e come tale andrebbe affrontato. L'Italia deve essere sostenuta dall'Europa, ma non può non rispondere, da par suo, al dovere di accoglienza),

20:19

ESPOSITO Sinibaldo (Nuovo Centro Destra)(ringrazia il Presidente del Consiglio ed il consigliere Sculco per la sensibilità dimostrata. Ribadisce il concetto più volte espresso in questa sede sulla necessità di politiche di governo efficaci che fermino il fenomeno migratorio all'origine. Ritiene necessario prevedere un percorso legislativo finalizzato alla soluzione del problema anche attraverso la modifica della legge regionale del 2009 richiamata dal consigliere Nicolò).

20:29

SCULCO Flora (Calabria in rete) (ringrazia, preliminarmente il Presidente del Consiglio ed il Vicepresidente della Giunta regionale per la sensibilità istituzionale dimostrata. Ringrazia altresì tutti gli intervenuti ed i presenti per la condivisione unanime dell'Ordine del Giorno ed illustra il documento)

20:36

Interviene l'assessore al Lavoro - formazione - attività produttive e politiche sociali, Carlo GUCCIONE (esprime apprezzamento per il documento)  

Il Presidente pone ai voti il documento

Il Consiglio approva.

Il consigliere BEVACQUA Domenico (Partito Democratico) chiede l'inserimento di un Ordine del Giorno relativo alla chiusura del Parco della Sila da parte del Corpo Forestale

Il Presidente inserisce e pone ai voti l'Ordine del Giorno

Il Consiglio approva.

20:39

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

20:39

La seduta è tolta.