Seduta n. 27 del 13/12/2018 - Diretta testuale

Commissione Speciale di Vigilanza

di giovedì 13 dicembre 2018

Presidenza del Presidente Giuseppe MORRONE

 
10:42

Il Presidente dà avvio ai lavori con l'approvazione del verbale della seduta precedente e con le Comunicazioni

10:43

Il Presidente inserisce il primo punto all'ordine del giorno

Approvazione relazione alla P.P.A. n. 247/10 "Bilancio di Previsione del Consiglio regionale della Calabria per gli esercizi 2019-2021, ai sensi dell'art. 13, comma 5, del Regolamento interno di Amministrazione e Contabilità del Consiglio regionale.

10:44

Interviene la dott.ssa Mariateresa Fragomeni, Assessore al Bilancio, che illustra la relazione (recentemente si è pervenuti all'acquisizione della parifica piena ed all'approvazione del bilancio e ciò, tenendo conto che l'azione amministrativo/contabile della Regione deve muoversi all'interno del perimetro imposto dal D.Lgs. 118/2012, deve essere letto come un dato positivo, dichiara. Fa un breve excursus sulle procedure imposte dalla normativa contabile vigente. Necessario, dal punto di vista delle entrate, pervenire al recupero dei crediti da parte dei comuni sul versante rifiuti e quanto dovuto dai cittadini sul versante tasse automobilistiche. Nel merito evidenzia come le politiche statali degli ultimi anni abbiano determinato enormi criticità sulla capacità di spesa della regione e come abbiano generato una maggiore pressione sulle risorse regionali. I trasferimenti delle risorse relative al fondo perequativo, da parte dello Stato, sono subordinati all'applicazione della spending review ed alla riduzione del vitalizio dei consiglieri. I vincoli imposti dalle regole della contabilità armonizzata, con l'imposizione degli accantonamenti per la copertuta di debiti e la difficoltà di recupero dei crediti ha provocato l'ingessamento delle risorse. Il bilancio di competenza ammonta a 6,2 miliardi di euro, risorse a destinazione vincolata. Le entrate libere ammontano a 782 milioni di euro. A parte la Sanità, le altre somme vincolate POR, PAC e PSC sono somme importanti destinati agli investimenti che potrebbero fare la differenza e far crescere di oltre il 2% il PIL. Delle somme di cui all'intesa Stato-Regione del maggio e ottobre 2018 in materia di rilancio degli investimenti, oltre al vincolo di destinazione sono state preciste delle tappe obbligatorie per i prossimi cinque anni. L'obiettivo della regione Calabria è quello di destinare, in forma vincolata e per step obbligatori 256 milioni che saranno destinati all'edilizia residenziale, alle opere pubbliche, ai borghi ed alla messa in sicurezza degli istituti scolastici. L'anello debole della catena è rappresentato dalla sanità, che incide per 3,5 milioni che non ha garantito il rispetto degli standard previsti e sulla cui gestione si è registrato un vero fallimento tanto da indurre la Presidenza della regione a ricorrere in sede di Corte Costituzionale nel tentativo di riportare la sanità ad una gestione ordinaria).

11:22

Interviene la dott.ssa Valeria Orlando, funzionaria Area Gestione del Consiglio regionale

11:26

Interviene il consigliere BATTAGLIA Domenico Donato (Partito Democratico) (segnala e ritiene rilevante l'intervento su Fincalabra e sugli altri enti strumentali, chiede quanto la parifica di bilancio possa incidere e portare ad una stagione in cui sia possibile l'acquisizione di nuovo personale, chiede, inoltre, a quanto ammonta il debito dei comuni relativamente a tarsu e tassa sui rifiuti).

11:27

Interviene il dott. Filippo De Cello, Direttore Generale Dipartimento Bilancio (non esiste una relazione tra parifica ad altre iniziative, la parifica non rappresenta una novità, l'acquisizione di nuovo personale potrebbe rappresentare un problema dal punto di vista del bilancio e della parifica del prossimo anno. Relativamente ai crediti esigibili dai comuni non esiste, dichiara, un comportamento univoco, le grandi città sono quelle meno virtuose ed incide profondamente dal punto di vista del recupero complessivo. Ritiene necessario vigilare perchè se i comuni continuano a non pagare si potrebbero verificare seri problemi per la parifica del prossimo anno, 324 milioni di crediti vantati negli ultimi tre anni rappresentano un dato importante).

11:40

Interviene il Presidente MORRONE Giuseppe (Forza Italia) (chiede se l'avanzo di amministrazione non possa essere utilizzato in alcun caso)

11:41

Interviene il dott. Filippo De Cello ( il pareggio di bilancio è stato imposto alle regioni e non allo Stato, si poteva utilizzare una parte delle risorse in bilancio nella misura in cui non venissero utilizzate dai dipartimenti, quindi solo attraverso una forma di compensazione una forma di compensazione. Si è riusciti ad utilizzarli attraverso la previsione di uno spazio ad hoc. La Corte Costrituzionale è intervenuta a favore della regione e riconosciuto la pertinenza delle somme. Lo Stato è intervenuto dando ai comuni la possibilità di utilizzo dell'avanzo alle regioni solo per gli investimenti stabiliti secondo il cronoprogramma previsto dall'accordo Stato- Regioni. Dal 2021 potranno essere utilizzati gli avanzi, ma sono subordinati alla cassa)

 

11:46

Intervengono il Presidente Morrone ed il dott. Filippo De Cello

11:51

Il Presidente pone ai voti la relazione con la postilla con la quale si chiede alla Giunta regionale l'attivazione di procedure finalizzate al recupero dei crediti che la Regione vanta nei confronti dei Comuni.

La Commissione esprime parere favorevole

11:51

Il Presidente inserisce il secondo punto all'ordine del giorno

Approvazione parere alla P.L. n. 391/10 di iniziativa della Giunta regionale, recante " Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e procedurale" (Collegato alla manovra di finanza regionale per l'anno 2019), ai sensi dell'art. 34, comma 3, lettera b) del Regolamento interno del Consiglio regionale.

Il Presidente pone ai voti

La Commissione esprime parere favorevole

11:52

Il Presidente inserisce il terzo punto all'ordine del giorno

Approvazione parere alla P.L. n. 392/10 di iniziativa della Giunta regionale, recante " Legge di stabilità regionale 2019 ", ai sensi dell'art. 34, comma 3, lettera b) del Regolamento interno del Consiglio regionale.

Il Presidente pone ai voti la proposta

La Commissione esprime parere favorevole

11:52

Il Presidente inserisce il quarto punto all'ordine del giorno

Approvazione parere alla P.L. n. 393/10 di iniziativa della Giunta regionale, recante "Bilancio di previsione finanziario della Regione Calabria per gli anni 2019-2021", ai sensi dell'art. 34, comma 3, lettera b) del Regolamento interno del Consiglio regionale.

Il Presidente pone ai voti la proposta

La Commissione esprime parere favorevole

11:53

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta