Seduta n. 2 del 30/06/2016 - Diretta testuale

V Commissione

di giovedì 30 giugno 2016

Presidenza del Presidente Sinibaldo ESPOSITO

  
12:00

Il Presidente dà avvio ai lavori con l'approvazione del verbale della seduta precedente e con le Comunicazioni.

Comunica che alle odierne audizioni, che vedono la partecipazione dei professori costituzionalisti dell'Università Mediterrana, ne seguiranno altre che vedranno il coinvolgimento delle altre università calabresi. Le audizioni saranno finalizzate a sviscerare, dichiara, i temi della riforma non solo quella costituzionale, ma anche, e soprattutto, quella statutaria. L'attività della Commissione sarà orientata all'analisi dello Statuto, anche sulle modifiche nel tempo intervenute, per pervenire alla "riesumazione" della Consulta Statutaria ed alla previsione di disposizioni normative sui testi unici. Inserisce il punto all'ordine del giorno:

Audizioni su:

- Lo Statuto vigente dal 2004 ad oggi;

- Prospettive di revisione ed interventi di manutenzione normativa dello Statuto;

- Gli organi di garanzia statutaria quale strumento di valorizzazione e implementazione dell'efficacia degli interventi normativi regionali.

Viene audita la prof.ssa Carmela Salazar, ordinaria di Diritto costituzionale ed Economia presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria.

12:31

Intervengono:
- il Presidente (si dichiara favorevolmente colpito dall'idea che il principio di solidarietà possa tramutarsi in forme di partecipazione della popolazione complessivamente considerata),
- il consigliere PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (ringrazia il presidente per l'iniziativa che rappresenta una forma di arricchimento. Relativamente alla clausole valutative, argomento, tra gli altri, oggetto dell'intervento della professoressa Salazar, chiede chiarimenti sulla forma più idonea per un recupero dell'autorevolezza del Consiglio)
- e la Professoressa Salazar.

12:36

- il consigliere PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (chiede se sia possibile un supporto automatico, collegato alle clausole valutative, che preveda delle forme sanzionatorie nei confronti dell'esecutivo).

12:48

Viene audito il prof. Antonino Spadaro, ordinario di Diritto costituzionale ed Economia presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria.

13:27

Intervengono i Consiglieri NICOLÒ Alessandro (Forza Italia) (ringrazia il Presidente per l'iniziativa e gli intervenuti per la partecipazione, concorda sulla necessità di introduzioni di organi di controllo, che inducano ad una legiferazione inoppugnabile) PASQUA Vincenzo (Oliverio Presidente) (prendendo a spunto la bozza di proposta di modifica allo Statuto, illustrata dal professore Spataro, relativamente alla reintroduzione della Consulta Statutaria, ritiene necessario pensare ad un organo snello, evitare sovrastruttre e la cui convocazione sia consentita anche al singolo consigliere), per replica, il Prof. Spadaro (ritiene perfettibile la proposta, ma nenessaria una gestione che tenga conto del contenimento della spesa - La limitazione del diritto alla convocazione dell'organo, ribadisce, parte da questo presupposto)

Interviene il Consigliere BATTAGLIA Domenico Donato (Partito Democratico) (saluta positivamente l'iniziativa che dovrà pervenire alla modifica dello Statuto. Condivide e riassume gli ambiti di intervento precedentemente elencate dal professore Spadaro:

1 Città metropolitane - statuto dovrà tenere conto dell'esistenza
2 Introduzione sussidiarietà bidirezionale in senso orizzontale e verticale
3Unione e fusione dei comuni
4 Riconoscimento ai non cittadini il diritto di partecipazione (residenti)
5 Ricostituzione della Consulta per l'ambiente - Comitato qualità e fattibilità delle leggi
6 Reintroduzione della Consulta statutaria)

Ritiene opportuno attendere l'esito del referendum costituzionale per avviare i lavori di riforma dello Statuto).


13:46

Interviene il Presidente (non concorda sulla opportunità di subordinare l'avvio dei lavori della Commissione, finalizzate alla riforma dello Statuto, all'esito del referendum poichè, come precedente affermato dal professore Spadaro, alcune modifiche prescindono dall'esito referendario).

13:49

La seduta è tolta.