Seduta n. 2 del 10/12/2020 - Diretta testuale

Commissione contro la 'ndrangheta in Calabria

di giovedì 10 dicembre 2020

Presidenza del Presidente Antonio DE CAPRIO

  
13:09

Il Presidente dà avvio ai lavori con le Comunicazioni e l'approvazione del verbale della seduta precedente.

13:10

Il Presidente inserisce il primo punto all'ordine del giorno:

Audizione in merito allo stato di attuazione, nonché alle criticità incontrate presso i vari Dipartimenti della Regione Calabria, nell'applicazione della Legge Regionale 26 aprile 2018, n. 9 "Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della 'ndrangheta e per la promozione della legalità, dell'economia responsabile e della trasparenza".

Considerato lo stato di criticità cui è giunta la Calabria, alla luce anche degli eventi oggetto di cronaca locale e nazionale, emerge la necessità di verificare quale sia lo stato dell'arte dell'applicazione della legge 9/18. Richiama le linee programmatiche e le azioni da mettere in campo, concordate con la presidente Santelli, relativamente alla lotta ai fenomeni malavitosi che danno un'immagine sbagliata della Calabria e dei Calabresi, qualificati 'ndranghetisti fino a prova contraria. La convocazione dell'Ing. Costantino è tesa, dichiara, alla verifica sull'applicazione della legge e sulla sua efficacia. Chiede, a tal uopo, se siano operativi tutti gli organismi di prevenzione e di lotta alla criminalità organizzata istituiti con la legge 9. Rammenta che la legge assorbe anche il Codice Calabrese del Buon Governo che richiama politici e burocrati della PA a comportamenti virtuosi ed eticamente irreprensibili.

13:21

Interviene il Vicepresidente DI NATALE Graziano (Io Resto in Calabria) (alcune considerazioni si rendono necessarie stante la situazione della Regione che viene dipinta, sostanzialmente, come una regione malata. La lotta alla 'ndrangheta non si predica, ma si pratica attraverso i comportamenti. Da sempre, grazie anche al ruolo rivestito da mio padre, uomo delle forze dell'ordine, ho saputo da che parte stare, dichiara. Trincerarsi dietro l'esistenza della Commissione antindrangheta o la presenza di una legge non basta. Le istituzioni, purtroppo, hanno perso credibilità, il politico è una figura associata al lato scuro della nostra terra. I giovani, come diceva Sandro Pertini, non hanno bisogno di prediche, ma di buoni esempi, prosegue, e l'augurio è che tutti si pratichi il contrasto alla criminalità organizzata a cominciare dalla composizione delle liste nella prossima tornata eletorale per dare ai Clabresi quello che vogliono e di cui hanno bisogno: onestà, trasparenza e legalità).

13:27

Viene audito l'Ing. Francesco Costantino, Dirigente del Segretariato Generale - Settore "Legalità e Sicurezza - Attuazione L.R. n.9/2018 - Coordinamento Strategico Società, Fondazioni, Enti Strumentali" della Giunta regionale

13:52

Interviene il consigliere MINASI Clotilde (Lega Salvini) (ringrazia il presidente per la convocazione della commisione ed il dirigente Costantino per la sua partecipazione. Il momento storico e le situazioni succedutesi impongono un rigore ed un modus operandi più incisivo. L'attivazione della consulta sarà opportuna, ma è inconcepibile che un bando avviato nel 2019 non sia stato ancora espletato. La politica dovrà dimostrare concretezza, assicura massima disponibilità al dirigente)

13:56

Interviene il consigliere SAINATO Raffaele (Forza Italia) (il fenomeno di contrasto alla ndrangheta va adottato con serietà, sempre e dovunque. Necessario trovare una formula per sostenere i comuni che spesso vengono sovrastati dal fenomeno e scioli per mafia. La cosa più preoccupante è la mancanza di personale, si può essere propositivi, ma la mancanza di operatori frena ogni tentativo. Per contrastare efficacemente il fenomeno sarà necessario prevedere interventi mirati: la semplificazione sul codice degli appalti per aiutare le aziende; l'individuazione percorsi per restituire i beni confiscati per restituirli alla società. Per combattere l'usura bisogna individuare un sistema per evitare che si entri nel meccanismo perverso. Necessario dare alla commissione la giusta rilevanza, in occasione delle prossima tornata elettorale sarà necessario selezionare attentamente i candidati).

14:04

Interviene il Presidente DE CAPRIO Antonio (Forza Italia) (il codice del buon governo dovrà essere rivestito di solennità per ricordare ai politi ed ai buracrati quale sia il loro ruolo e come debba essere recitato. Al momento dell'insediamento dovrà essere data lettura del codice perchè non venga messo nel dimenticatoio. Molto da fare per l'applicazione della legge 9 anche a causa della mancanza di risorse umane. Il fallimento del bandi per un motivo o per l'altro impone un'attenta analisi e la pubblicizzazione delle modalità per accedervi. La legalità non si blatera, si pratica. Garantisce pieno supporto al dirigente Costantino ed all'ufficio dallo stesso diretto, annuncia un'audizione a distanza di un mese per verificare come e se i dipartimenti interessati nell'applicazione della legge abbiano collaborato alla sua applicazione)

14:16

Il Presidente, esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

La seduta è tolta.