INTERROGAZIONE n. 59 del 31/08/2020
Inerente il trasferimento a far data dal 15.09.2020 di tutte le attività chirurgiche dal presidio ospedaliero di Paola a quello di Cetraro

Al Presidente della Giunta regionale

Premesso che:

con nota del 27.08.2020 a firma del Direttore Medico Spoke Cetraro/Paola, Dott. Vincenzo Cesareo, indirizzata al Commissario Straordinario dell’ASP di Cosenza e per conoscenza al Procuratore della Repubblica di Paola, si chiede il trasferimento presso l’Ospedale di Cetraro di tutte le attività chirurgiche finora espletate presso il nosocomio di Paola, imputando tale spiacevole scelta alla carenza di personale medico-specialistico in Anestesia e Rianimazione oltre che all'impossibilità di allocare la Rianimazione nella presunta “fatiscente e pericolosa Struttura Ospedaliera di Paola”;

la struttura dell’Ospedale di Paola accoglie un gran numero di pazienti, ai quali dovrebbe essere garantito il diritto alla salute ed un efficiente ed efficace servizio sanitario;

la decisione del trasferimento delle suddette attività mediche, indispensabili per un degno presidio ospedaliero, di certo non garantisce la salute dei pazienti, ma piuttosto ne lede i diritti. Tutto ciò premesso, si interroga l'On. Presidente della Giunta
Per sapere:
se corrisponde al vero che la struttura di Paola è fatiscente e pericolosa, e altresì se tutte le altre strutture ospedaliere della provincia di Cosenza possiedono i requisiti strutturali e non per garantire i servizi chirurgici e medici.

Allegato:

31/08/2020
G. DI NATALE