INTERROGAZIONE n. 273 del 18/04/2017

 

In merito alla calamità naturale che ha colpito la Sila Greca (Comuni di Pietrapaola, Caloveto, Mandatoriccio, Bocchigliero) a seguito delle abbondanti nevicate nel periodo 6-8/2/2012.


G. GRAZIANO . Al Presidente della Giunta regionale -

 

Premesso che:

 

le abbondanti nevicate che hanno colpito le zone svantaggiate montane della Pre-Sila (Sila Greca) dei comuni di Pietrapaola, Caloveto, Mandatoriccio e Bocchigliero, tutti ricadenti nella provincia di Cosenza, nel periodo compreso tra il 6 febbraio e l'8 febbraio 2012, sono state delimitate con deliberazione di Giunta Regionale N.198 del 04/05/2012;
l'eccezionalità degli eventi calamitosi è stata riconosciuta con Decreto Ministeriale (Prot. 14699 del 05/07/2012 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale N.168 del 20/07/2012);
considerato che:
a distanza di 62 mesi dal violento evento meteorologico le aziende agricole attendono ancora i risarcimenti dovuti per la calamità;
che nell'arco di questo tempo, oltre alla mancanza dei fondi ministeriali, non è sopraggiunto nessun altro intervento di sussidio o di sgravio fiscale e/o contributivo per sopravvenire alle esigenze delle aziende agricole;
nel territorio colpito da calamità naturale operano diverse aziende certificate a produzione biologica che rappresentano l'eccellenza agroalimentare ed enogastronomica del territorio della Sila Greca;

 

 

Per sapere:

 

se la Regione Calabria, attraverso i Dipartimenti competenti, è a conoscenza delle condizioni di difficoltà economica in cui versano le aziende, sopraggiunte a seguito della calamità del 2012;
se sono al vaglio della Regione Calabria provvedimenti per avviare la fase risarcitoria delle aziende.

 

 

18/04/2017