INTERROGAZIONE n. 258 del 15/02/2017

 

In ordine alla disfunzione delle procedure per la denuncia, il deposito e l’autorizzazione di intervento di carattere strutturale e per la pianificazione territoriale in prospettiva sismica, di cui alla legge regionale n. 37 del 28 dicembre 2015.


F. CANNIZZARO . Al Presidente della Giunta regionale -

 

Premesso che:

 

in materia sismica la maggiore tutela della pubblica incolumità, il riordino delle relative funzioni, l'organizzazione delle strutture tecniche competenti e la disciplina dei procedimenti per la vigilanza sulle costruzioni, era attivo fino al 31 dicembre 2016 il regolamento regionale n. 7 del 28 giugno 2012, così come previsto dalla legge regionale n. 35 del 19 ottobre 2009, attraverso l'utilizzo del Sistema Informatico per l'Edilizia in Regione Calabria di cui all'art. 16 della predetta legge, indicato con l'acronimo SIERC;
atteso che:
la delibera di giunta regionale n. 496 del 27 novembre 2015 approvava disegno di legge in modifica della legge regionale n. 35 del 19 ottobre 2009, evidenziando presunte criticità al sistema di trasmissione dei progetti ed alle relative procedure di istruttoria, e che il consiglio regionale commutava detta proposta nella legge regionale n. 37 del 31 dicembre 2015, in funzione dell'utilizzo della nuova piattaforma informatica denominata SISMI.CA, sviluppato da una società aggiudicataria di una specifica gara avvenuta prima dell'approvazione della delibera di giunta n. 496/2015, così per come citato nella stessa;
rilevato che:
il 29 novembre 2016 è stato approvato il regolamento n. 15 della Regione Calabria, attuativo della legge regionale n. 37 del 31 dicembre 2015, previsto all'art. 17 L.R. 37/2015, a cura del settore 3 del dipartimento 6 del LLPP della Regione Calabria, che detta le linee guida per l'operatività della nuova piattaforma informatica, denominata SISMI.CA;
considerato che:
il regolamento n. 15/2016 della Regione Calabria, attuativo dei provvedimenti abrogativi previsti dall' art. 18 della L.R. 37/2015, abrogazioni della L.R. 35/2009 e del Regolam. R. 7/2012 in attuazione della stessa legge, é in vigore dal 1" gennaio 2017;
verificato che:
l'entrata in vigore della nuova procedura telematica SISMI.CA ha creato una paralisi del sistema procedurale rendendo impossibile la trasmissione delle pratiche riguardanti i calcoli strutturali di edifici civili ed industriali c/o gli uffici del Genio Civile, a causa di evidenti errori del sistema, bloccando di fatto l'attività di studi professionali ed imprese edili operanti sul territorio;

 

 

Per sapere:

 

quali procedure immediate siano in atto per ripristinare il funzionamento regolare delle procedure di deposito e/o autorizzazioni presso gli uffici del genio civile;
quali responsabilità siano da attribuire alla società di gestione
del sistema telematico inefficiente e quali azioni eventuali, anche di carattere sanzionatorio, abbia previsto nei confronti della stessa società;
quale forma di indennizzo sia da prevedere alla luce del perdurare del disservizio che causa enormi problemi economici a studi professionali ed imprese edili, con inevitabili ricadute negative sull'intera economia del settore;
i "benefici economici", e quindi i costi, che avrebbe prodotto il passaggio dal sistema "SIARC" a quello "SISMI.CA", tali da consentire uno stravolgimento di un intero settore strategico dell'economia calabrese;
come sia stato possibile aggiudicare una gara, e quindi pubblicarla e valutarla, ad una società che ha sviluppato un sistema informatico - SISMI.CA - prima ancora che venisse approvata la D.G. 496 del 27.11.2015, contenente la proposta di legge regionale, approvata successivamente - n. 37 del 31.12.2015 - e prima ancora che venisse emanato il regolamento regionale - n. 15 del 29.11.2016 - previsto nella stessa legge e che detta, tra le altre cose, le linee guida per l'operatività del sistema informatico SISMI.CA;
come sia stato possibile approvare la legge regionale n. 37 del 31.12.2015 senza alcun impegno economico a fronte della spesa prodotta in via preliminare - piattaforma telematica SISMI.CA - la modifica strutturale di più iter amministrativi/tecnici, con spese previste ben quantificate, e l'aver "sostituito/abrogato" la legge regionale n. 35 del 19.10.2009, che ben chiaramente produceva spesa, come espresso agli art. 3 e 16, comm. 3 e 4 della stessa.

 

 

15/02/2017